Vai a dirlo agli Spartani

Recensioni

Offerto da

La prima volta che sente parlare di Muc Wa, un avamposto militare lasciato dai francesi in Vietnam, il maggiore chiarisce il suo pensiero: lo pronuncia in modo che la seconda parola inizi con una 'f' e faccia rima con la prima. All'inizio dell'anno di guerra del 1964, Muc Wa non ha alcun significato; non sono stati segnalati avvistamenti di Cong entro 50 miglia. Ma il quartier generale degli Stati Uniti a Da Nang vuole che Muc Wa sia occupato e difeso, quindi è compito del maggiore e dei suoi uomini occuparlo e difenderlo.

Il maggiore è interpretato da Burt Lancaster come un veterano della Corea masticatore di sigari, un soldato di carriera. I suoi uomini sono, ufficialmente, consiglieri militari americani, al comando di un'unità disordinata di volontari vietnamiti. Ha seri dubbi sul modo in cui questa guerra viene condotta, specialmente quando ha dato il suo esperto di guerra psicologica, completo di stampe di computer e gadget codificati a colori per prevedere dove colpirà il Cong dopo. Lancaster sa di più: il nemico è ovunque e da nessuna parte, e l'assegnazione delle forze americane a Muc Wa servirà solo ad attirare lì anche Cong. Lo sa e falsifica un rapporto, e il suo bluff viene chiamato, e finisce per mandare uomini a Muc Wa lo stesso. Abbastanza sicuro, i Cong si presentano.

'Go Tell the Spartans' considera la guerra in Vietnam nei termini del microcosmo di Muc Wa nel 1964, e quindi contiene molte affermazioni che dovrebbero essere profetiche con il senno di poi. Considera anche la guerra in termini di innumerevoli film precedenti su guerre precedenti, quindi otteniamo personaggi collaudati come il sottotenente appassionato, il ragazzo pazzo, il sergente segnato dalla battaglia, l'operatore radiofonico saggio e, o ovviamente, il comandante che ha visto tutto prima.

Ma i cliché fanno ancora una volta il loro dovere, in generale; il film è strettamente diretto da Ted Post , il cui film di maggior successo è stato il Clint Eastwood thriller 'Magnum Force'. Apparentemente Post sta dirigendo con un budget modesto, eppure crea uno scenario di guerra realistico e personaggi credibili. Il più credibile è Lancaster, che apporta una bella sottigliezza al suo personaggio.

Il maggiore avrebbe dovuto essere promosso molto tempo fa, ma racconta una storia (forse vera, forse no) sul perché non lo fosse. Come comandante sul campo, è duro e realistico. Ma è scontento di questa guerra, e soprattutto di alleati come 'Cowboy', il suo legame vietnamita, a cui piace torturare i prigionieri di Cong e occasionalmente decapitarli.

Il problema con Cowboy, come chiarisce il film, è che è anche un realista; una fatale catena di eventi inizia quando gli americani non credono all'istinto di Cowboy su chi è un Viet Cong e chi no. Ma poi il film parla di una catena di eventi basata su fatali incomprensioni... come alla fine chiarisce il cimitero francese abbandonato e ricoperto di vegetazione a Muc Wa.

Raccomandato

Le ambiziose cascate di utopia di Hulu mescolano fantascienza, hip-hop e sdolcinato dramma adolescenziale
Le ambiziose cascate di utopia di Hulu mescolano fantascienza, hip-hop e sdolcinato dramma adolescenziale

Una recensione della nuova serie di Hulu Utopia Falls, che debutterà il 14 febbraio.

Danzig the Director, Tammy and the T-Rex, Joe Bob Briggs and More: A Preview of Cinepocalypse 2019
Danzig the Director, Tammy and the T-Rex, Joe Bob Briggs and More: A Preview of Cinepocalypse 2019

Un'anteprima del festival Cinepocalypse di Chicago, in programma dal 13 al 20 giugno al Music Box Theatre.

La Biblioteca presidenziale Abraham Lincoln e la Fondazione Ebert sponsorizzano il concorso cinematografico No Malice per bambini e giovani adulti in tutto l'Illinois per promuovere la guarigione razziale
La Biblioteca presidenziale Abraham Lincoln e la Fondazione Ebert sponsorizzano il concorso cinematografico No Malice per bambini e giovani adulti in tutto l'Illinois per promuovere la guarigione razziale

Un articolo sull'inaugurale No Malice Film Contest presentato dall'Abraham Lincoln Presidential Library and Museum e dalla Roger and Chaz Ebert Foundation.

Storia del lato ovest
Storia del lato ovest

C'è così tanta bellezza in questa storia del West Side.