Una ragazza e un ragazzo sulla strada verso il nulla

Recensioni

Martin Sheen e Sissy Spacek in 'Badlands'.
Offerto da

  Grande film Holly descrive la sua vita come se stesse scrivendo pulp fiction. 'Mi rendevo poco conto', ci dice, 'che ciò che era iniziato nei vicoli e nei vicoli di questa tranquilla cittadina sarebbe finito nelle Badlands del Montana'. È la voce narrativa meravigliata che indugia sotto tutto Terrence Malick 's film, a volte non detti: le vite umane diminuiscono sotto la maestosità generale del mondo.

Holly si sta esercitando a roteare il bastone sul prato quando incontra Kit. Lei ha 15 anni. Lui ne ha 25 e ha appena lasciato il lavoro di spazzino. Non abbiamo mai saputo nulla dei suoi primi anni. Esce dal nulla, la vede e la spazza via nel suo turbine. Nel giro di un giorno o due ha sparato a suo padre, le ha dato fuoco alla casa e sono in fuga attraverso il South Dakota.

'Badlands' (1973) di Terrence Malick racconta una storia che è stata raccontata molte volte, di due amanti criminali e perseguitati attraverso la vastità dell'America. “ Bonnie e Clyde Mi viene in mente prima di tutto (1967). L'ispirazione diretta di Malick è stata la storia di Charles Starkweather, il 'Mad Dog Killer', che nel 1957-58 con la sua amica Caril Ann Fugate ha intrapreso una follia omicida che ha provocato 11 morti, inclusi i suoi genitori e la sorella minore. Lei aveva 13 anni, lui 18.

Malick non trova alcun significato nei loro crimini, nessuna spiegazione psicologica. Kit è un bellissimo psicopatico che, gli dice Holly, assomiglia a James Dean. Holly è una bambina informe che sembra semplice e remota. Descrive la loro odissea in terza persona, come un destino predestinato. Nessuno dei due sembra reagire emotivamente alla morte. Ascolta qui come scivola sulla morte del suo cane: 'Allora, abbastanza sicuro, papà ha scoperto che stavo correndo dietro la sua schiena. Era più arrabbiato di quanto non l'avessi mai visto. La sua punizione per averlo ingannato: è andato e ha sparato al mio cane. Mi faceva prendere lezioni di musica extra ogni giorno dopo la scuola e aspettavo lì finché non veniva a prendermi. Disse che se il pianoforte non mi avesse tenuto lontano dalle strade, forse l'avrebbe fatto il clarinetto'.

Malick si apre sulle strade alberate di una piccola città, dove la casa di Holly all'angolo ricorda la casa in cui Malick usava ' L'albero della vita ” (2011). Percepiamo i suoi ricordi al lavoro. Poi si nasconde con loro in una serie di scene mozzafiato, mentre vivono in una foresta e vagano senza pensare per le vuote Grandi Pianure, la preda di una caccia all'uomo nazionale. Nell'ultima delle loro auto rubate, una grande Cadillac, lasciano le strade e attraversano il paese attraverso praterie non recintate, convocando associazioni con coloni pionieri. 'Al limite dell'orizzonte.' Holly ha detto: 'potremmo distinguere i fuochi a gas delle raffinerie di Missoula, mentre a sud potremmo vedere le luci di Cheyenne, una città più grande e grandiosa di quanto avessi mai visto'.

“Badlands” è stato uno dei grandi film della fioritura degli autori americani negli anni '70, film d'esordio scelto per chiudere il New York Film Festival. Ha recitato Martin Sheen e Sissy Spacek . Aveva 33 anni e aveva recitato molto in televisione, ma questo è stato il suo primo lungometraggio importante. Aveva 24 anni ed era il suo secondo film. Entrambi sembravano più giovani dei loro anni. Sheen, con i capelli accuratamente pettinati, blue jeans, camicie a quadri e Lucky Strikes, aveva l'aspetto di Dean; dopo che Charles Starkweather vide “ Ribelle senza un motivo ” si è deliberatamente modellato sulla star del cinema. Spacek, dai capelli rossi, lentigginosa, magra, sembrava una ragazza, non una donna. Il sesso ha poco a che fare con la relazione tra Kit e Holly, anche se vediamo dei baci; sembrano bambini che giocano di ruolo.

La loro superficialità è in conflitto con la loro scadenze. Un amico di Kit, che sembra aiutarli ma poi corre a prendere un telefono, viene colpito allo stomaco e lasciato seduto, stordito, morente e contemplativo. Aveva tentato di attirarli in un campo con una storia di tesori. Il fatto che Kit gli credesse ha preso una credulità infantile. Una famiglia viene uccisa per nessun altro motivo se non perché Kit e Holly si imbattono nella loro fattoria. Un uomo ricco viene risparmiato senza alcun motivo e Kit in seguito osserva quanto sia stato fortunato. Usa il dittafono dell'uomo per registrare una fatua dichiarazione finale: 'Ascolta i tuoi genitori e insegnanti. Hanno una linea sulla maggior parte delle cose, quindi non trattarli come nemici. C'è sempre una possibilità esterna che tu possa imparare qualcosa. Cerca di mantenere una mente aperta”. Pensa che, poiché è famoso, le sue parole abbiano un significato.

La natura è sempre profondamente radicata nei film di Malick. Occupa il palco e poi gli umani vi si avvicinano incerti, incerti sui loro ruoli. C'è sempre molto dettaglio, di uccelli e piccoli animali, di alberi e cieli, di campi vuoti o fitte foreste, di foglie e grano, e sempre di troppo spazio da riempire per i personaggi. Sono spinti qua e là da eventi che confondono con i loro destini. Nel suo ' Giorni di paradiso ” (1978), i suoi personaggi cavalcano i binari in una prateria del Texas. Il suo ' La sottile linea rossa ” (1998), un film di guerra, i suoi personaggi sono immersi nelle giungle di Guadalcanal. Il suo ' Il nuovo mondo ” (2005), mostra i nativi americani a casa nelle foreste primordiali mentre gli esploratori britannici costruiscono forti in cui nascondersi. C'è un forte senso che gli umani siano a disagio nella terra.

'Badlands' è tecnicamente un road movie. Questa è una forma che libera i registi dalla trama fitta e li apre a qualunque cosa accada lungo il percorso. Possono introdurre ed eliminare personaggi e sottotrame a piacimento. I viaggiatori sono tutto ciò che è costante. In 'Badlands' Kit e Holly stanno fuggendo verso il nulla, anche se Kit parla vagamente di 'dirigersi a nord' e diventare un Mountie. Kit la segue non tanto perché deve, ma perché aveva una cotta per Kit e suo padre ( Warren Oates ) la fece arrabbiare vietandole di vederlo. Sembra considerare la morte di suo padre solo come una comodità.

C'è un idillio in una fitta foresta, dove Kit costruisce un'improbabile casa sull'albero forse destinata a evocare Tarzan. Prepara allarmi e piazza trappole esplosive. Conducono una vita naturale, oziosa, senza meta. In mancanza di risorse personali, occupano uno stato di noia predefinito. Una delle prime inquadrature di Kit lo mostra mentre cammina lungo un vicolo, calpesta un barattolo di latta per appiattirlo, quindi lo calcia via. Questo gli dà qualcosa da fare.

Il film ha una scena mistica in cui Malick ha Holly che guarda le diapositive attraverso o luoghi lontani attraverso lo Stereopticon 3D di suo padre: 'Mi ha colpito il fatto di essere solo questa bambina, nata in Texas, il cui padre era un pittore di insegne, che aveva solo così tanti anni da vivere. Mi ha mandato un brivido lungo la schiena e ho pensato dove sarei stato in questo preciso momento, se Kit non mi avesse mai incontrato? Si rende conto forse che non aveva un'esistenza significativa prima di Kit. Verso la fine del loro lungo volo sulla terraferma, l'appello di Kit si esaurisce: “Avevo smesso anche di prestargli attenzione. Invece mi sono seduto in macchina e ho letto una mappa e scritto intere frasi con la lingua sul palato dove nessuno poteva leggerle”.

Terrence Malick, nato nel 1943, è una figura leggendaria del cinema americano, spesso descritto come solitario. In effetti, è semplicemente riservato, assorbito dal proprio lavoro, felice con una cerchia di amici e rifiuta di partecipare anche a sforzi simbolici di pubblicità. Non sono a conoscenza di una sola intervista che ha rilasciato; i tanti resoconti di seconda mano di chi lo conosce dipingono un uomo allegro, amichevole, ossessionato dai dettagli, rapito dalla natura. C'è un accenno di Kubrick. “Può parlare con chiunque di qualsiasi cosa,” Jessica Chastain , la star di 'The Tree of Life', ha detto a Steven Zeitchik del Los Angeles Times. Ha rifiutato di apparire alla prima o alla conferenza stampa di 'Tree of Life' a Cannes 2011 (dove ha vinto la Palma d'Oro), ma è stato visto in tutta la città a cene e proiezioni. In cinque film in quattro decenni, ha modellato, a modo suo, uno dei più distintivi corpi di lavoro del suo tempo. Molto a modo suo.

'Days of Heaven' è anche recensito nella mia collezione Great Movies.

Raccomandato

Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam
Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam

Recensioni dal Fantasia International Film Festival di 'The Man Who Killed Hitler and Then The Bigfoot', il film horror sperimentale 'Luz' e il 'Black Mirror'-esque 'Cam'.

Cessate il fuoco
Cessate il fuoco

Questo è uno dei migliori film dell'anno.

Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey
Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey

Un'intervista con la produttrice Liz Trubridge e gli attori Michelle Dockery e Laura Carmichael su Downton Abbey.

Uomini
Uomini

Qualunque sia la tua reazione all'ultima distorsione mentale meticolosamente realizzata dallo scrittore/regista Alex Garland, non sarà indifferenza.