Splendido cofanetto Criterio per Dietrich & Von Sternberg in Hollywood rivisita influente collaborazione

TV/Streaming

Sono entrato nell'eccellente set di Criterion chiamato 'Dietrich & Von Sternberg a Hollywood' pensando di sapere molto su Marlene Dietrich s, ma è uscita ammirando molto di più sia il suo potere da star che il talento registico di Josef von Sternberg. I migliori cofanetti Criterio come ' Martin Scorsese 's World Cinema Project' e 'Dekalog' servono come lezioni di cinema che le persone possono seguire a casa. Questi sono set con cui puoi trascorrere giornate, non solo rivisitando i film classici, ma analizzandoli e imparandoli in un modo che non solo rende questi film più interessanti, ma può influire sul modo in cui vedi tutto il cinema. Questo è uno dei migliori cofanetti Blu-ray dell'anno.

Dopo il successo degli anni '30” L'angelo azzurro ”, Josef von Sternberg e Marlene Dietrich hanno stretto una partnership che avrebbe plasmato il cinema nel decennio a seguire. Il classico tedesco ha portato a un contratto con la Paramount che ha portato a sei film diretti da Von Sternberg e interpretati da Dietrich dal 1930 al 1935. Due di loro avrebbero prodotto le nomination all'Oscar come miglior regista e migliore attrice per la coppia, e uno di quei film avrebbe persino essere il film con il maggior incasso del suo anno di uscita. Guardandoli oltre otto decenni dopo, è sorprendente vedere come Von Sternberg sapesse come usare la sua superstar. La qualità complessiva dei film può variare, ma il modo in cui Von Sternberg usa la sua stella è sempre affascinante. È un connubio perfetto tra regista e icona con l'inquadratura e l'uso delle ombre di Von Sternberg che migliorano quello che sarebbe diventato il senso del mistero di Dietrich, famoso a livello internazionale.

Il migliore dei sei film sul set per questo spettatore è anche l'apice commerciale della loro collaborazione, il film n. 1 del 1932, 'Shanghai Express'. Entrambi gli artisti che danno il nome a questo set stanno lavorando al culmine della loro abilità e fama qui in quello che dovrebbe essere considerato essenziale nel sottogenere del film sui treni. Come dice Homay King in uno dei servizi speciali del film, la trama di 'Shanghai Express' è un po' secondaria rispetto all'esperienza di goderselo. Certo, ci sono intrighi e romanticismo, ma questo è un film sulle immagini. Alcune delle inquadrature più iconiche di Dietrich provengono da questo film, inclusa quella splendida copertina a destra, e non c'è da meravigliarsi se il film ha vinto l'Oscar per la fotografia (per Lee Garmes , anche se è stato riferito che lo stesso Von Sternberg ne fece la maggior parte). Non è solo il suo uso di ombre e luci in HD splendidamente restaurati, ma il modo in cui Von Sternberg inquadra le sue scene, spesso utilizzando fotogrammi all'interno di fotogrammi, dai finestrini dei vagoni alle zanzariere. È un film meraviglioso, uno dei migliori che potresti possedere su Blu-ray.

Guardando gli altri film consecutivamente, è affascinante considerare quanto il cinema abbia avuto uno scopo come diario di viaggio in questa era del cinema. Decenni prima che si potessero visualizzare le immagini dell'altra parte del mondo sui propri telefoni, è così che ci sono state date visioni di luoghi esotici e stranieri in film come 'Marocco' (con Gary Cooper), ' L'imperatrice scarlatta ” e “Il diavolo è una donna”. Film come 'Shanghai Express' potrebbero essere stati girati negli Stati Uniti, ma erano una finestra per gli spettatori degli anni '30 per formare le loro impressioni su altre parti del mondo. E l'incredibile occhio di Von Sternberg ha plasmato non solo il modo in cui le persone immaginavano luoghi che non avrebbero mai visto, ma anche il modo in cui sarebbero stati reinterpretati in altri film.

Come per tutti i grandi cofanetti Criterion, 'Dietrich & Von Sternberg a Hollywood' è ricco di straordinari contenuti speciali, tra cui interviste a studiosi di cinema, nuovi documentari, un nuovo video saggio, materiale d'archivio e un ottimo opuscolo con saggi di esperti cinema classico, incluso il fantastico Farran Smith Nehme. Che tu sia o meno un fan di Dietrich o del cinema classico in generale, questo è un must. Ottieni la tua copia qui (e fallo velocemente perché al momento è scontato del 50%).

Caratteristiche speciali:

Nuovi restauri digitali 2K o 4K di tutti e sei i film, con colonne sonore mono non compresse sui Blu-ray

Nuove interviste agli studiosi di cinema Janet Bergstrom e Homay King; il figlio del regista Josef von Sternberg, Nicholas; Silke Ronneburg, curatrice della Deutsche Kinemathek; e la costumista e storica Deborah Nadoolman Landis

Nuovo documentario sulle origini tedesche dell'attrice Marlene Dietrich, con gli studiosi di cinema Gerd Gemünden e Noah Isenberg

Nuovo documentario sullo status di Dietrich come icona femminista, con le studiose di cinema Mary Desjardins, Amy Lawrence e Patricia White

The Legionnaire and the Lady , un adattamento del Lux Radio Theatre del 1936 del Marocco, con Dietrich e l'attore Clark Gable

Nuovo video saggio dei critici Cristina Álvarez López e Adrian Martin

The Fashion Side of Hollywood , un cortometraggio pubblicitario del 1935 con Dietrich e il costumista Travis Banton

Intervista televisiva a Dietrich del 1971

INOLTRE: Un libro con saggi dei critici Imogen Sara Smith, Gary Giddins e Farran Smith Nehme

Raccomandato

Esplorando Israele-Palestina attraverso i film, parte 4: narrazioni e conclusioni filo-palestinesi
Esplorando Israele-Palestina attraverso i film, parte 4: narrazioni e conclusioni filo-palestinesi

La quarta e ultima parte di una serie su come il film ha affrontato il conflitto tra Israele e Palestina.

I registi di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I registi di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.

Memoria
Memoria

Sì, è stato fatto un piccolo sforzo in più nella realizzazione di questo film, quindi è un peccato, e per giunta ironico, che i risultati finali siano così eminentemente dimenticabili.

Adam McKay torna sotto i riflettori della commedia con 'Anchorman 2: The Legend Continues'
Adam McKay torna sotto i riflettori della commedia con 'Anchorman 2: The Legend Continues'

Il regista di 'Anchroman 2: The Legend Conitunes' Adam McKay parla di Mel Brooks, dei telegiornali degli anni '80 e dello squalo domestico di Ron Burgundy.

Nuvole
Nuvole

Questo film è particolarmente perspicace sulla questione di cosa significhi cercare di essere 'normali' in circostanze terribilmente dolorose.

Maschere di cera e acrobazie in elicottero: un'esperienza in più sul set di 'Spectre'
Maschere di cera e acrobazie in elicottero: un'esperienza in più sul set di 'Spectre'

L'FFC Gerardo Valero racconta la sua esperienza di lavoro come comparsa in 'Spectre'.