Qualcosa di preso in prestito, qualcosa di nuovo e qualcosa di blu oceano: mettendo insieme il Miami International Film Festival

Festival e premi

Miami potrebbe non scuotere mai la sua immagine turistica, ma c'è di più in città oltre alle sue spiagge e al delizioso cibo cubano (anche se consiglio vivamente di prenderli entrambi). Grazie in gran parte agli sforzi della Knight Foundation, un teatro dell'opera, un teatro e apparentemente innumerevoli iniziative artistiche sono nate in una parte della Florida precedentemente sventrata dalla recessione. Uno di questi beneficiari include il Miami International Film Festival, che è sbocciato in uno dei principali eventi cinefili del sud della Florida.

Uno sguardo superficiale troverà un'enfasi sui registi locali e sulle storie della Florida, ma una parte considerevole del programma è dedicata alle importazioni che altrimenti non avrebbero potuto essere riprodotte a Miami. Molte delle selezioni sono film latinoamericani o spagnoli che fanno il loro debutto negli Stati Uniti. Anche con la popolazione prevalentemente latina della zona, alcuni di questi piccoli film indipendenti potrebbero non trovare la distribuzione statunitense necessaria per recitare al di fuori di centri come New York o Los Angeles.

Con la più grande comunità cubana al di fuori dell'Avana, il festival è stato naturale per ospitare una serie di film appena usciti dall'isola. Alcuni dei titoli che hanno giocato Festival Internazionale del Nuovo Cinema Latinoamericano di Cuba a dicembre stanno ora facendo il loro debutto negli Stati Uniti, come il thriller di Jessica Rodriguez 'Occhiali scuri' (ora tradotto al MIFF come 'Occhiali scuri') e il commovente dramma di Pavel Giroud su una struttura per l'AIDS a Cuba, 'Il compagno' ('Il compagno'). Sundance importa “ Molto rumore per nulla ' e ' Il mio amico del parco ” suonerà insieme a uno dei miei film preferiti del Tribeca Film Festival dell'anno scorso, 'Viaggio.' La bella e spensierata storia d'amore in bianco e nero sembra l'imbottigliamento perfetto del periodo della luna di miele di una giovane relazione, distillato con ottimismo dallo spirito libero e l'immediatezza di vite sull'orlo del cambiamento. O, come lo chiamiamo noi, 'i tuoi 20 anni'.

Ma c'è anche un tocco di tristezza in alcune delle migliori offerte del festival: Famoso attore cileno Alfredo Castro fa uno studio caratteriale snervante sull'affetto di un uomo chiuso per un uomo più giovane di una classe diversa 'Da li' ('Da lontano'). Direttore Yorgos Lanthimos 'festa cara' L'aragosta ” finalmente arriva a Miami; il dramma romantico oscuro costellato di stelle con protagonista Colin Firth e Rachel Weisz è un buon compagno per il tragico libro di fiabe interpretato da Selma Hayek, “ Racconto di racconti .” E dal Messico, il titolo appropriato 'Vi prometto l'anarchia' ('I Promise You Anarchy') parla del crepacuore tanto quanto dell'urgenza giovanile di ribellarsi.

Ma per i festeggiamenti della prima serata, il MIFF ha scelto una delle commedie di sesso più chiassose di questo lato Pedro Almodovar , “ La mia grande notte ” (“La mia grande notte”). La commedia spagnola ha varie sfumature di Almodóvar, slapstick e farsa avvolte nella bizzarra premessa di pre-registrare uno speciale televisivo di Capodanno mentre i lavoratori dello studio sono in sciopero. Il cantante pop Raphael (un contemporaneo del padre di Enrique, Julio Iglesias) interpreta una diva sempre sorridente con una serie di abusi, ed è solo uno dei tanti personaggi fuori dal comune che attraversano le sale sempre affollate invase da estorsionisti, capi di studio corrotti , squadre esasperate, rumbera, assassini ed comparse trattenute contro la loro volontà fino al termine delle riprese. Il film del regista Álex de la Iglesia avrebbe potuto facilmente deragliare molte volte da numerosi personaggi o sottotrame, eppure non perde mai la sua dedizione alla sua sensibilità folle. Alla fine, devi unirti alla sciocca bolla del business dell'intrattenimento della festa o rischiare di rimanere senza una risata.

E quale modo migliore per iniziare la festa del MIFF se non con una festa di Capodanno? Modellati a distanza nel set della grande festa del film, gli ospiti hanno lasciato la prima all'Olympia Theatre per la festa dall'altra parte della strada presso lo storico edificio Alfred I. DuPont. Un tavolo pieno di cappelli e corone di Capodanno ha accolto i visitatori in streaming, che istintivamente si stavano mettendo in fila per le prelibatezze degli sponsor e un drink (o tre). Alle dieci, la pista da ballo era gremita e prima di mezzanotte, la band mariachi ha superato la playlist del DJ di musica da club latina.

È un nuovo anno per un nuovo Miami International Film Festival.

Raccomandato

Esplorando Israele-Palestina attraverso i film, parte 4: narrazioni e conclusioni filo-palestinesi
Esplorando Israele-Palestina attraverso i film, parte 4: narrazioni e conclusioni filo-palestinesi

La quarta e ultima parte di una serie su come il film ha affrontato il conflitto tra Israele e Palestina.

I registi di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I registi di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.

Memoria
Memoria

Sì, è stato fatto un piccolo sforzo in più nella realizzazione di questo film, quindi è un peccato, e per giunta ironico, che i risultati finali siano così eminentemente dimenticabili.

Adam McKay torna sotto i riflettori della commedia con 'Anchorman 2: The Legend Continues'
Adam McKay torna sotto i riflettori della commedia con 'Anchorman 2: The Legend Continues'

Il regista di 'Anchroman 2: The Legend Conitunes' Adam McKay parla di Mel Brooks, dei telegiornali degli anni '80 e dello squalo domestico di Ron Burgundy.

Nuvole
Nuvole

Questo film è particolarmente perspicace sulla questione di cosa significhi cercare di essere 'normali' in circostanze terribilmente dolorose.

Maschere di cera e acrobazie in elicottero: un'esperienza in più sul set di 'Spectre'
Maschere di cera e acrobazie in elicottero: un'esperienza in più sul set di 'Spectre'

L'FFC Gerardo Valero racconta la sua esperienza di lavoro come comparsa in 'Spectre'.