Master and Commander: The Far Side of the World

Recensioni

Offerto da

'Master and Commander: The Far Side of the World' di Peter Weir è un'esuberante avventura in mare raccontata con un'intelligenza non comune; ci vengono in mente i classici ben realizzati prima dell'era senz'anima dell'azione computerizzata. Basato sugli amati romanzi di Patrick O'Brian, ricrea il mondo della marina britannica intorno al 1805 con dettagli e intensità tali che le battaglie navali diventano scenari per personalità e carattere. Non sono semplicemente spavaldi, sebbene lo siano anche con violenza brutale e intima.

Il film è incentrato sugli spiriti di due uomini, il capitano Jack Aubrey e il chirurgo di bordo Stephen Maturin. I lettori dei 20 romanzi di O'Brian li conoscono come amici e opposti: Aubrey, il realista, l'uomo d'azione; Maturin, più intellettuale e pensieroso. Ciascuno condivide alcune delle qualità dell'altro e il loro dibattito permanente rappresenta due lati della natura umana. C'è un momento in 'Master and Commander' in cui le speranze di Maturin di raccogliere rari esemplari biologici vengono deluse dalla determinazione di Aubrey di inseguire una nave da guerra francese, e la tensione tra loro in quel momento definisce le loro differenze.

Aubrey, capitano della HMS Surprise, è interpretato da Russell Crowe come un leader forte ma leale degli uomini, un brillante stratega che è anche uno studente, ma non un coccolone, dei suoi uomini. Non segue i libri; la sua capacità di pensare fuori dagli schemi salva la Sorpresa in un momento cruciale e vince una battaglia in un altro. Maturin è interpretato da Paolo Bettany , che potresti ricordare come il coinquilino immaginario di Crowe in ' Una mente brillante . ' È così freddo sotto pressione che esegue un intervento chirurgico al cranio aperto sul ponte del Surprise (tappando il foro cranico con una moneta) e dirige la rimozione di un proiettile dal proprio petto guardandosi allo specchio. Ma la sua passione è biologia, ed è a bordo principalmente perché la marina lo porterà in luoghi dove ci sono scarafaggi e uccelli sconosciuti alla scienza.

La storia si svolge quasi interamente a bordo della Surprise, una nave più piccola senza armi da parte della sua preda, la nave da guerra francese Acheron. Usando una vera nave in mare e ambientato nella vasta cisterna in Baja California dove scene di ' Titanico ' sono stati uccisi, Weir crea un luogo così palpabile che pensiamo che potremmo trovare la nostra strada. È una nave molto piccola per un oceano così grande, le condizioni di vita sono tristi, alcuni degli uomini sono stati portati a bordo a Shanghai e uno dei il giovane ufficiale ha 13 anni. Per aver rischiato la vita, gli uomini sono ricompensati con un po' di grog in più e si sentono ben pagati. Ci sono scene in mare, compreso il giro di Capo Horn, che sono buone o migliori come qualsiasi viaggio in mare mai girato, e le scene di battaglia sono strazianti per la loro vicinanza e ferocia; l'obiettivo è avvicinarsi abbastanza di fronte al fuoco dei cannoni appassiti per salire a bordo della nave nemica e fare a pezzi il suo equipaggio a morte.

Ci sono solo due scene di battaglia principali nel film (a meno che non si considerino le tempeste del promontorio come una battaglia con la natura). Questo non è un film che dipende dal numero di cadaveri per il suo impatto, ma dalla natura della vita a bordo di una nave del genere. Maturin e Aubrey a volte si rilassano suonando duetti classici, il capitano al violino, il dottore al violoncello, e questa non è un'affettazione ma un riflesso del loro background a tutto tondo; le loro argomentazioni possono coinvolgere tanto la filosofia quanto la strategia.

Il motivo per cui i lettori di O'Brian sono così fedeli (lo sono io) è perché questa amicizia gli fornisce un modo per dare voce e considerare la vita innaturale di un uomo in mare: parlando tra loro, i due uomini ci parlano di la contesa tra il bisogno dell'uomo di dominare e il suo desiderio di riflettere.

C'è tempo per conoscere diversi membri dell'equipaggio. Il principale tra loro è il giovane Lord Blakeney ( Max Pirkis ), l'adolescente che viene effettivamente messo al comando del mazzo durante una battaglia. I ragazzi così giovani erano spesso in mare, imparando in azione (Aubrey non era molto più grande quando prestava servizio sotto Nelson), ed entrambi gli uomini più anziani cercano di modellarlo a loro immagine. Con Maturin condivide la passione per la biologia e inizia un diario pieno di schizzi di uccelli e coleotteri che incontrano. Sotto Aubrey impara a guidare gli uomini, a pensare chiaramente in battaglia. Entrambi gli uomini rivelano i loro caratteri nell'insegnare al ragazzo, ed è così che impariamo a conoscerli meglio.

C'è un senso qui dei lunghi mesi in mare tra i pericoli, la solitudine e la privazione su 'questo piccolo mondo di legno'. Una sottotrama coinvolge un ufficiale che viene considerato sfortunato - un Giona - dagli uomini. Un altro riguarda la sparatoria accidentale del chirurgo.

C'è una visita alle lontane Galapagos, dove Darwin potrebbe intravedere i motori alla base della vita sulla terra. Questi passaggi sono la punteggiatura tra le battaglie, che dipendono più dalla strategia che dalla potenza di fuoco, come devono, se la Surprise vuole opporsi alla pericolosa nave francese. L'incarico di Aubrey è di impedire ai francesi di controllare le acque al largo del Brasile, e sebbene la gara di due navi in ​​'Master and Commander' sia molto ridotta rispetto alle flotte in battaglia nel romanzo originale di O'Brian, Il lato opposto del mondo, che semplicemente mette più a fuoco le abilità dei singoli uomini.

'Master and Commander' è grandioso e glorioso e toccante nella sua attenzione ai suoi personaggi. Come il lavoro di David Lean , raggiunge l'epopea senza perdere di vista l'umano, e vederlo significa ricordare il modo in cui i grandi film d'azione possono risvegliarci ed eccitarci, possono affermare la vita invece di limitarsi a drammatizzare la sua distruzione.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.