L'incredibile Ihnatko su Hulk

Roger Ebert

Da Andy Ihnatko, Boston, MA:

1) Marvel Comics è un universo 'condiviso'. I Fantastici Quattro, i Vendicatori, Spider-Man e molte altre persone in calzamaglia hanno tutti sede a New York e spesso si incrociano, come dettato dal genio creativo. O, come è più probabile in questi giorni, dalla consapevolezza dell'editore che se dedichi l'intera estate a un unico mega-negozio di eventi che abbraccia tutti i titoli, i fan (diciamo) dei Fantastici Quattro dovranno acquistare sei fumetti al mese solo per capire perché sono tutte ragazze adolescenti all'improvviso.

Infatti la premessa di ' I Vendicatori ,' -- una delle serie più longeve della Marvel -- era che Hulk va su tutte le furie e un gruppo di eroi (ognuno con i propri fumetti) si uniscono per cercare di fermarlo. Ma era magicamente controllato da Loki, nemesi di Thor. Quando questo viene chiarito, si alleano tutti contro il vero cattivo e promettono di lavorare insieme come una squadra in futuro. E poi nel prossimo numero, Hulk ha un attacco sibilante e lascia la squadra, molto apparecchiare la tavola per i prossimi 40 anni di continuità del personaggio.

2) 'Il siero del super soldato'. Uno dei 5 migliori Maguffin dell'Universo Marvel. Lo scarno 4-F Steve Rogers tentò di arruolarsi nell'esercito all'inizio della seconda guerra mondiale, ma fu respinto in quanto non idoneo al servizio. Ma è davvero entusiasta di uccidere i tedeschi, quindi si offre volontario per un programma top-secret Gummint alla ricerca di modi per accelerare il corpo umano fino all'apice del suo potenziale. A Rogers viene iniettato The Latest Random Guess, che lo trasforma istantaneamente nell'ideale ariano assoluto di umanità dai capelli biondi, occhi azzurri, alta e muscolosa. Una spia nazista assiste all'esperimento. Non gli viene mai in mente che ehi, sai chi è DAVVERO interessato a comandare un esercito di soldati ariani idealizzati? Quindi spara immediatamente allo scienziato. Il segreto del siero SS muore con lui, insieme a tutte le possibilità che la spia aveva di essere nominata Agente dell'anno nazista nascosto al grande pranzo annuale di premiazione a Heidelburg.

Il Gummint, stuzzicato da questo strano successo apparentemente totalmente non documentato, da allora ha cercato di replicare il siero (o almeno solo i suoi effetti). È la spiegazione standard data quando uno scrittore vuole fare una storia standard 'il governo sta creando perversi super-mostri' o una storia 'The Gummint non si fermerà davanti a nulla alla ricerca della propria agenda contorta', ecc.

3) Il continuo' Hulk ' la storia sembra attraversare fasi cicliche regolari man mano che nuovi scrittori vanno e vengono e vogliono realizzare una 'nuova visione' del personaggio, un obiettivo che è articolato esclusivamente come 'diverso da quello che ha fatto l'ultimo ragazzo'.

Ottieni:

a) 'Hulk come forza incontrollabile della natura.' Come un tornado in pantaloni viola. Le storie di solito riguardano le persone che lo incontrano e affrontano le conseguenze. Hulk è un insensato motore di rabbia, che non può essere ragionato o biasimato. O

b) 'Hulk come un minaccioso emarginato emo solitario'. Hulk ha un'intelligenza normale e una personalità calma, anche se amareggiata. Di solito ha anche lo stesso intelletto di livello geniale di Bruce Banner. Questa personalità è come il bambino di 10a elementare che riempie quaderno dopo quaderno di orribili poesie su come nessuno lo capisca ed è suo destino nella vita essere sempre fuori a guardare dentro, condannato a essere per sempre frainteso, ecc. Solo a volte viene manipolato, o sceglie liberamente di, prendere un edificio di trenta piani e distruggerlo in testa a qualcuno. Poi in seguito rimugina su come la gente ora si fidi ancora meno di lui ora che ha ridotto un intero esercito a un vago gusto rosso-verdastro, o maledetto destino, perché lo prende in giro così, ecc. Oppure

(Ancora sostanzialmente meno fastidioso di un _reale_ ragazzo emo di 10a elementare. L'anno scorso, Hulk ha brutalmente schiacciato ogni eroe di New York City, ha chiesto che l'intera città fosse evacuata da tutti i civili e ha trasformato il Madison Square Garden in un'arena gladiatoriale dove ha ha costretto la comunità degli eroi a combattere l'un l'altro fino alla morte per il suo divertimento. Ma almeno non ha mai pubblicato un video di se stesso in webcam serio e lacrimoso su YouTube)

O,

c) 'Hulk come la maledizione di Bruce Banner.' Bruce cerca di trovare una cura/cerca di trovare una sistemazione/cerca di mitigare il danno/è costretto ad affrontare la musica per le azioni di Hulk. A volte espresso in vero stile Jeykll/Hyde.

Hulk è uno di quei personaggi con cui la Marvel ha difficoltà. In 40 anni, non hanno mai bloccato quella o due semplici frasi che definiscono il personaggio, a differenza dei Fantastici Quattro o Capitan America o Iron Man, diciamo. Quindi continuano a provare nuovi espedienti dopo nuovi espedienti. E poi, dopo aver esaurito ogni possibile trucco, ricominciano da capo il ciclo. Non credo che sia mai stato un titolo molto venduto.

È possibile che come il Dr. Doom, il Joker o Burt Reynolds inviare-' Corsa di palle di cannone II ,' Hulk è usato al meglio come un personaggio che fa apparizioni rare ed eccezionali nelle storie di altre persone invece di cercare di portare lui stesso l'intero spettacolo.

Raccomandato

The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'
The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'

Una recensione di due nuovi enormi set regalo horror per 'Halloween' (e i suoi sequel) e 'The Texas Chainsaw Massacre'.

Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro
Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro

Un'intervista con la sceneggiatrice/regista Joanna Hogg sul suo nuovo film, The Souvenir.

La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda
La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda

John Ford e John Wayne insieme hanno creato gran parte della mitologia del Vecchio West che portiamo nella nostra mente. A cominciare da 'Stagecoach' (1939), proseguendo dal 1948 al 1950 con la Cavalry Trilogy ('Fort Apache', 'She Wore a Yellow Ribbon' e 'Rio Grande'), e infine fino al 1962 e 'The Man Who Shot Liberty Valance' ,' insieme in 10 lungometraggi hanno in gran parte formato i modelli del western di Hollywood. Di questi 'Liberty Valance' era il più pensieroso e riflessivo.

I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.