Il sottofondo non detto di 'Basterds'

Roger Ebert

Da Nick Faust:

Vidi ' Bastardi senza gloria ' ieri. Mi è piaciuto molto - mi è piaciuto molto, in realtà, ma sono indeciso su cosa si tratti. Con questo non intendo suggerire che il film sia disordinato o poco chiaro; non lo penso affatto . È solo che dopo i film 'Kill Bill' e 'Deathproof', ci aspettavamo un tipo particolare di film, e quello che abbiamo ottenuto non è conforme. In effetti, la persona con cui ho visto il film era annoiata a morte . Dopo ha detto, troppo parlare e non abbastanza azione! Di certo non sono d'accordo. Ma penso che QT sia spesso giudicato da ciò che gli spettatori pensano che dovrebbe fare, a scapito di ciò che esiste effettivamente nei suoi film. Come come prevedibile, recensisci il film realizzato da QT e non quello che ti aspettavi o volevi che fosse.

C'è qualcosa di straordinario nel modo in cui QT imposta la sua storia e, certamente, nella fantasia della storia, venata di frammenti di verità commentati e di molte tradizioni cinematografiche, che descrive. Questi riferimenti, annotati all'interno di un'insolita progressione narrativa, mi fanno girare la mente; Non pensavo a un film con una tale intensità da molto tempo.

Qualcos'altro: c'è una corrente sotterranea inespressa che descrive la relazione simbiotica tra i potenti e gli impotenti e come ognuno segue rigorosamente regole specifiche del decoro sociale. È un tema che attraversa quasi tutte le scene, dimostrato con grande cura nelle lunghe sequenze di dialoghi, punteggiate da lacrime in primo piano, o dalla violenza. Nella scena iniziale, la violenza segue le lacrime.

Il momento finale del film, cosa abbastanza interessante, non soddisfa completamente la nozione di vendetta che ci aspettiamo in quasi tutti i film che vediamo. Il segno di Caino è tagliato, sì, ma in senso melodrammatico non basta. Non una critica, semplicemente un'osservazione che mi porta a credere che ci sia di più in questo film di quanto sembri immediatamente. QT ci lascia in sospeso. Sì, la conflagrazione del cinema sembra essere culminante, ma in realtà è la crisi (nel senso drammaturgico della parola) del personaggio di Pitt a cui il film si è mosso fin dall'inizio.

Tornando a casa dopo il film, mi è venuto in mente che il titolo non si limitava a nominare gli assassini nazisti ebrei; tutti nel film sono in qualche modo, da un certo punto di vista, dei bastardi; vergognoso, anche di fronte ad azioni eroiche e risultati positivi. Se il mio pensiero ha qualcosa a che fare con l'intenzione genuina del film, vedrei che all'interno della sua facciata di sfruttamento, QT si destreggia tra nozioni mature di potere ed etica con un'ambiguità dostoevskiana; come i potenti e gli impotenti di cui ho parlato sopra, il bene e il male, facce separate della stessa medaglia, condividono una relazione codificata e simbiotica che manda in frantumi il melodramma stesso di questo film, e i film in generale, ci rimbombano costantemente nella testa. Sto pensando che il nuovo film di QT, preso per i suoi meriti, sia un romanzo straordinario di un film.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.