Il fine settimana lontano

Recensioni

Offerto da

Il corpo di una donna galleggia a faccia in giù nelle acque scure mentre la cupa musica del violoncello si gonfia. Un titolo veloce e poi si dissolve e l'acqua, senza corpo, è ora luminosa e invitante. La telecamera fa una panoramica di una pittoresca cittadina costiera croata. Tutto è sole e palme come la nuova mamma dagli occhi luminosi Beth ( Leighton Meester ) si fa strada in taxi per un weekend tra ragazze con la migliore amica Kate ( Cristina Wolfe ).

In caduta libera dopo lo scioglimento del suo matrimonio, l'intero viaggio è su quello di Kate, compresi i più lussureggianti AirBnB, ostriche crude e abbondanti quantità di alcol. Sono migliori amiche dal semestre di Beth all'estero in Inghilterra, durante il quale Kate ha presentato Beth al suo attuale marito Rob ( Luca Norris ). Le donne sono andate un po' alla deriva dalla nascita della figlia di Beth, Aster. Entro la fine del weekend di Beth e Kate, uno di loro sarà morto.

Scritto da Sara Alderson dal suo stesso romanzo e diretto da Kim Farrant , il nuovo thriller Netflix 'The Weekend Away' è realizzato con la stessa stoffa di quei grandi thriller di cattivo gusto degli anni '90 come ' Duplice penalizzazione ” dove la trama ha più colpi di scena rispetto alle strade tortuose che il taxi di Beth impiega per raggiungere il suo AirBnB. Ma va bene. Il piacere di un thriller come questo è perdersi nei suoi luoghi e farsi prendere dalla rete che gira.

Farrant e direttore della fotografia Noè Greenberg cattura l'affascinante bellezza solare di Spalato, in Croazia, con movimenti fluidi della fotocamera. I tramonti rosa contrastano con gli antichi edifici in pietra. I realizzatori inquadrano gli attori come le classiche cartoline o le foto delle vacanze, con il paesaggio urbano sempre in lontananza dietro di loro. Anche durante i colpi di scena più oscuri del film, le vibrazioni turistiche rimangono come se l'intero film fosse raccontato attraverso una proiezione di diapositive che riassume la fuga più disastrosa di sempre.

Opposta sia nel temperamento che nello stile, l'introversa Beth ha i capelli arruffati e non ha trucco, optando per un abito all'uncinetto verde salvia per la loro grande serata fuori; l'estroversa Kate, d'altra parte, indossa labbra rosso vivo e paillettes verde acqua. Meester è eccellente nel mescolare l'esaurimento della neomamma con l'eccitazione che prova chiaramente nel ritrovarsi con Kate. Nel frattempo Wolfe ronza attraverso la sua breve apparizione, alta di Dio sa cosa e pronta a dipingere di rosso la città.

La loro 'una notte di eccitazione' per far uscire Beth dalla sua routine inizia in un fumoso bar illuminato al neon dove incontrano un paio di bei uomini e finisce con la scomparsa di Kate. Sfortunatamente, l'inquadratura iniziale sgonfia gran parte della tensione qui poiché conosciamo il destino di Kate molto prima che lo sappia Beth. Ciò che fa funzionare questa parte del film, tuttavia, è la chimica tra Beth e Zain (una persona piena di sentimento Ziad Bakri ), tassista e rifugiata siriana che la aiuta a ripercorrere la notte. Tutto questo ha un senso logico? No, non proprio. Ma Bakri infonde nel suo personaggio un'interiorità così ricca e un codice etico personale che quasi ti compri ciò che il film sta vendendo.

Film come questo vivono e muoiono per l'impegno della loro interpretazione da protagonista e se il pubblico fa il tifo per lei per uscire da questo pasticcio. La Meester ha sempre avuto una presenza sullo schermo incredibilmente simpatica e il film si attiene saggiamente al suo punto di vista per tutto il tempo, ancorando l'investimento del pubblico in lei. Nelle sequenze più emotive, Farrant non rifugge da un classico primo piano, permettendo a Meester di mostrare i suoi occhi espressivi.

Al di là del piacevole fattore shock dei colpi di scena, ho urlato 'Cosa?!' più di una volta: il film esplora l'idea di fiducia. Beth si fida di Kate, anche quando riesce a convincerla a fare cose al di fuori della sua zona di comfort. Questa è la base della loro amicizia. Beth si fida di Zain. 'Il cuore è la tua guida', le dice in arabo quando la polizia cerca di farle dubitare di questa fiducia. Beth si fida del proprio istinto, anche quando la polizia, il marito separato di Kate, Jay ( Parte Thakerar ), e persino suo marito Rob cerca di convincerla a dubitare di ciò che sa essere vero sulla sua migliore amica. Sebbene parte del peso di ciò che il film vuole dire sull'illuminazione a gas sia annullato dalla trama ridicola, le performance radicate di Meester e Bakri mantengono la storia radicata.

'The Weekend Away' è il miglior tipo di pentolaccia volutamente assurda. Lo scenario è stupendo, i colpi di scena fanno pompare l'adrenalina e le esibizioni sono memorabili. Anche se potresti non ricordare tutto ciò che accade, ti divertirai finché durerà.

Oggi su Netflix.

Raccomandato

Penny Dreadful: La città degli angeli è quasi salvata da Natalie Dormer
Penny Dreadful: La città degli angeli è quasi salvata da Natalie Dormer

Una recensione della nuova serie Showtime, che debutterà il 26 aprile.

30 cose che mi hanno fatto venire la pelle d'oca: Questlove, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. in Summer of Soul
30 cose che mi hanno fatto venire la pelle d'oca: Questlove, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. in Summer of Soul

Un'intervista con il regista Ahmir 'Questlove' Thompson, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. sul documentario Summer of Soul.

Una vita di epica sofferenza
Una vita di epica sofferenza

Ecco il film più triste che abbia mai visto sulla vita di A

Sundance 2020: Omniboat: A Fast Boat Fantasia, La Leyenda Negra, Beast Beast, I Carry You With Me
Sundance 2020: Omniboat: A Fast Boat Fantasia, La Leyenda Negra, Beast Beast, I Carry You With Me

Un messaggio del Sundance Film Festival su quattro film proiettati nell'eclettica categoria NEXT.