Il canto del cigno

Recensioni

Offerto da

Elisabeth Kübler-Ross ha affermato che le cinque fasi dell'affrontare la certezza della morte sono la negazione, la rabbia, la contrattazione e poi, quando è chiaro che la contrattazione è futile, la depressione e infine l'accettazione. 'Swan Song' suggerisce che la tecnologia potrebbe dare a una persona che sta affrontando la morte qualcosa con cui contrattare e per cui.

Amore, secondo Antoine de Saint-Exupéry in Il piccolo Principe , è trovarsi unici al mondo. Il vero amore ci fa sentire pienamente visti e accettati, e questo è possibile solo se siamo onesti su chi siamo. In 'Swan Song', però, ambientato leggermente nel futuro, Cameron ( Mahershala Alì ) ha un dilemma esistenziale. E se la più grande espressione possibile del suo amore per sua moglie, Poppy ( Noemi Harris ) dipende da una bugia così enorme che non potrà mai più sentirsi visto in modo univoco? Toccando questioni di identità, integrità e dolore, 'Swan Song' non si sente mai stereotipato a causa delle performance complesse e impegnate delle sue star e dell'esplorazione ponderata delle questioni che solleva.

Cameron non ha detto a Poppy di avere una malattia terminale. Una nuova tecnologia gli offre un'opzione che salverà Poppy e il loro figlio Cory (Dax Rey) da una perdita devastante, ma funzionerà solo se non lo dice a nessuno. C'è un laboratorio che può creare un Cameron nuovo, sano, un Cameron 2.0, completo di tutti i suoi ricordi, che può entrare nella vita del malato Cameron mentre il vecchio muore solo ma pacificamente.

Nei flashback abbiamo uno scorcio affascinante del primo incontro di Cameron con Poppy su un treno e dei loro primi giorni insieme. I dettagli della sua situazione e le scelte che deve fare vengono svelati lentamente. Al presente, il dottor Scott ( Glenn Close ) gli sta lasciando messaggi che lo esortano a prendere rapidamente una decisione e gli ricorda che se dice a Poppy la verità sulla sua prognosi, non avrà più scelta da fare. Qualunque cosa il dottor Scott stia offrendo, sarà disponibile solo se Cameron agirà rapidamente e se sua moglie non ne sa nulla.

L'offerta è questa: il dottor Scott può quasi eliminare la morte creando un nuovo 'tu' per mantenere una versione di te che è indistinguibile anche per i tuoi familiari più stretti che essenzialmente vivono la tua vita. Cameron 2.0 (indicato come Jack durante le fasi finali dello sviluppo) prenderà il controllo della coscienza di Cameron e la consapevolezza che non è il Cameron originale verrà cancellata. Quindi Poppy, Cory, tutti i suoi amici, familiari e colleghi penseranno che Jack sia il Cameron originale e anche il nuovo Cameron la penserà. Solo il Cameron originale, che deve vivere i suoi ultimi mesi in isolamento e non rivedere mai più la sua famiglia, lo saprà. Cameron scambierà il conforto della sua famiglia nei suoi ultimi giorni con la consapevolezza di salvarli dal dolore?

Scrittore/regista Benjamin Cleary rende questa decisione ancora più difficile aumentando la posta in gioco. Cameron ha già visto Poppy devastato dalla perdita. Ed è incinta. Il pensiero di lasciarla con due figli e di non potersi occupare di loro come madre single perché sta lottando con una depressione clinica è più di quanto lui possa sopportare. Ma sarà gravato dalla consapevolezza che le sta mentendo. Quello che sta prendendo da lei è ancora più una perdita della morte lasciandola con una bugia, l'opposto dell'intimità?

Cleary e scenografo Annie Beauchamp hanno creato un mondo completamente credibile, con la tecnologia così integrata nelle vite dei personaggi che è quasi facile dimenticare che non esiste. La struttura del dottor Scott è quasi paradisiaca, in un ambiente remoto, spaziosa e immersa nella natura. C'è un altro paziente, interpretato da Awkwafina. Cameron fa visita al suo nuovo doppio mentre sta valutando le sue opzioni per vedere come funziona il processo. Sia Ali che Awkwafina rendono i loro personaggi originali e i doppelgänger abbastanza distinti da poter vedere la differenza e continuare a credere che nessuno che conoscono sarà in grado di vederlo. Awkwafina e Harris danno interpretazioni eccezionalmente ponderate e complesse, ma Ali è il protagonista, interpretando un personaggio, o meglio due personaggi, che sono tranquilli e introspettivi per natura. Eppure è in grado di trasmettere tutte le emozioni complicate che entrambi i Cameron provano mentre cercano di navigare nella loro strana connessione.

Il termine 'canto del cigno' si basa sull'antico mito secondo cui i cigni, i cui clacson non sono molto melodici, cantano una bella canzone poco prima della morte. È usato per riferirsi all'aspetto finale di un artista o di un atleta, qualcosa di speciale e significativo. Come titolo, si riferisce alla scelta di Cameron mentre affronta la fine della sua vita, se non la definizione melodica di chi è, anche se contempla di espandere la nozione di chi è per includere qualcosa creato in un laboratorio.

Ora in programmazione nei cinema e disponibile su Apple TV+.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.