I gemelli

Recensioni

Offerto da

Forse ho visto troppi film, ma ho capito quasi immediatamente la svolta principale dell'abissale 'The Twin'. Pur sapendo che l'azione principale del film era una specie di imbroglio narrativo probabilmente non ha aiutato, non credo che questo film avrebbe funzionato anche se fossi caduto più profondamente nel suo incantesimo amatoriale. Teresa Palmer è un'attrice sottovalutata che ha elevato film di genere come ' Luci spente ' e ' Sindrome di Berlino ”, ma è delusa dalla sceneggiatura logora e dalla scarsa regia in questo originale di Shudder, che sembra esistere puramente per ottenere quella svolta di cui sopra e non importa che niente prima che funzioni a un livello drammatico. Si tratta di lasciare lo spettatore vacillante, giusto? A chi importa davvero dell'accumulo se il guadagno è un assassino? Io faccio. Mi interessa l'accumulo.

'Il gemello' è fondamentalmente ' Mezza estate ” incontra “ Il ragazzo ”, eppure non così divertente come potrebbe implicare quel mash-up. Palmer interpreta Rachel, una donna a cui non è permesso nemmeno un grammo di sviluppo del personaggio prima di essere mandata a capofitto in un dolore inimmaginabile dopo che un incidente d'auto ha ucciso uno dei suoi gemelli Nathan. Per lasciare il dolore il più possibile alle spalle, Rachel, suo marito Anthony ( Steven Cree ), e il loro figlio sopravvissuto Elliot ( Tristano Ruggeri ) partono per la Finlandia, da dove proviene la famiglia di Anthony. Quasi immediatamente, Rachel viene spinta in un bizzarro colpo di frusta culturale, inclusi rituali apparentemente innocui come un'altalena di matrimonio che diventa malevola e un eccentrico britannico locale che avverte che le sue cose non sono come sembrano. E poi Elliot inizia a parlare di come Nathan non sia davvero andato. In effetti, Nathan vuole tornare.

Taneli Mustonen dirige Palmer verso una di quelle performance mozzafiato e sempre all'avanguardia che respinge attivamente ogni tentativo di realismo, eppure non lo sostituisce nemmeno con camp, lasciando la povera attrice in uno di quei turni in cui si può sempre tatto la sua recitazione ma non prova mai le sue emozioni. Almeno alcuni con lei si fa fatica, che è più di quanto si possa dire per gli altri due membri della sua famiglia. Anthony è un non-personaggio, una cassa di risonanza noiosa per Rachel per far rimbalzare le sue preoccupazioni su suo figlio, che può semplicemente suonare note da ragazzino inquietanti fino a quando non scatta la paura del salto.

Il dolore per la perdita di un figlio deve spingere le persone normali in situazioni in cui non si sentono benvenute o addirittura certe che il mondo intorno a loro sia sano di mente. Eppure 'The Twin' non vuole mai fare i conti con questo spostamento o addirittura usarlo per produrre paure autentiche, semplicemente sfruttando il dolore invece di disfare come l'immediatezza della morte nella vita di qualcuno potrebbe mandarlo via da qualsiasi bordo mentale o emotivo. Onestamente, sta dando troppo credito a 'The Twin' per suggerire che abbia anche preso in considerazione una di queste domande sul quadro generale. 'The Twin' calpesta l'acqua con lo stile di un film di serie B finché non arriva al finale profondo. Ed è qui che l'intera faccenda annega nella sua mancanza di ambizione ed esecuzione.

Su Shudder oggi.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.