Grazie per avermi aiutato ad amare i film

Roger Ebert

Da Darren Gunn:

Ho sempre amato i film, ma è stato solo quando avevo quindici anni e ho visto 'Quei bravi ragazzi' che ho capito davvero che un film poteva durare più della sua durata. Non appena ho finito di guardarlo con i miei genitori, sono corso di sopra e l'ho rivisto. Non era ancora abbastanza. Sulla scatola del video c'era la citazione, qualcosa sul fatto che questo fosse il più grande film di mafia di sempre. Ricordo di aver notato che questo è stato scritto da Roger Ebert e l'ho seguito. In quella recensione, hai paragonato il film a una poesia, ed è stata la prima volta che ho capito che un film era una forma di letteratura, una forma d'arte. Probabilmente è stata la prima recensione di un film che ho letto.

Ti ho seguito da quel momento in poi (quasi quindici anni fa) e siamo stati in disaccordo numerose volte. Ho amato alcuni film che ti sono piaciuti solo (' Senza paura ,' 'Re della commedia' ' La laurea ,' e ' Disorientato e confuso ' mi vengono in mente), e quei titoli mi sono sempre rimasti impressi più dei film che non mi piacevano che tu amavi (quelli non mi vengono in mente). È solo ora --ora che ho dovuto vedere alcuni film senza il tuo feedback-- che ho iniziato a chiedermi perché non riesco a capirlo Penso che quando si tratta di film che ti piacciono solo, credo nel mio amore per loro e cerco di capire perché li amo. Ma quando si tratta di film che mi piacciono solo, o addirittura non mi piacciono, che ami, ho sempre dubitato della mia reazione. Mi chiedo se mi sfugga qualcosa. Questo non è il caso per altri critici. Con altri critici, mi chiedo se sono solo miopi o se stanno lasciando che la loro politica interferisca con la loro esperienza o se stanno semplicemente perdendo il punto. Con te, però, se tu hai espresso il tuo amore per un film che non mi piace, mi chiedo sempre se mi sono perso qualcosa.

Ci metto troppo a dire quello che voglio davvero dire, ed è che ti ringrazio per avermi aiutato ad amare i film. I film sono diventati una parte essenziale della mia vita da quella visione di 'Quei bravi ragazzi' mezza vita fa, e mi chiedo sempre se mi sarei addentrato ulteriormente nel mondo del cinema se non fosse stato per il tuo entusiasmo (non sono un regista --sono un'insegnante di inglese-- ma ho lavorato in un negozio di video durante il resto del liceo e ho studiato cinema -- permettendomi di accedere a Stan Brakhage e Maya Deren quando altrimenti non ne avrei sentito parlare -- a causa dell'entusiasmo che hai suscitato attraverso le tue recensioni.

Di recente un amico ha notato qualcosa su di me e mi ha messo alla prova: posso raccontarvi la mia esperienza riguardo alla mia prima visione di quasi tutti i film. Dai un nome e ti dirò in quale teatro mi trovavo e con chi condividevo la compagnia. Un amico ha suggerito che ciò è dovuto al fatto che i miei sensi sono in qualche modo intensificati quando guardo un film. La ringrazio per questo, signor Ebert. Lo faccio davvero. Hai una passione per i film, ma soprattutto hai trovato un modo per comunicare quella passione attraverso la tua scrittura. Amo i film e devo ringraziare te per il fatto che la maggior parte dei film che vedo sono fantastici. Questo perché in genere non mi preoccupo di un film nelle sale a meno che non riceva il tuo timbro di approvazione.

Avrei potuto facilmente scrivere un'e-mail simile a Martin Scorsese ringraziandolo per aver fatto il film che mi ha aiutato ad amare il cinema (infatti, tra 'Quei bravi ragazzi' e ' Tassista ' e ' Dopo ore 'Probabilmente dovrei!), ma ti ringrazio più di chiunque altro. La tua guida nel corso degli anni mi ha tenuto lontano dal disastro e mi ha indirizzato verso alcuni film fantastici.

Spero che la tua salute migliori presto e spero che tu stia guidando i tuoi lettori verso alcune delle esperienze che cambieranno le loro vite.

Raccomandato

Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam
Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam

Recensioni dal Fantasia International Film Festival di 'The Man Who Killed Hitler and Then The Bigfoot', il film horror sperimentale 'Luz' e il 'Black Mirror'-esque 'Cam'.

Cessate il fuoco
Cessate il fuoco

Questo è uno dei migliori film dell'anno.

Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey
Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey

Un'intervista con la produttrice Liz Trubridge e gli attori Michelle Dockery e Laura Carmichael su Downton Abbey.

Uomini
Uomini

Qualunque sia la tua reazione all'ultima distorsione mentale meticolosamente realizzata dallo scrittore/regista Alex Garland, non sarà indifferenza.