Gli innocenti

Recensioni

Offerto da

Scrittore/regista Eskil Vogt ha visto crescere il suo profilo di recente con il successo di “ La persona peggiore del mondo ', che gli è valsa una meritata nomination all'Oscar insieme al co-sceneggiatore Gioacchino Treviri . Vogt e Trier collaborano costantemente, ma Vogt occasionalmente dirige anche il proprio lavoro libero dalla sua migliore amica, incluso l'eccellente 'Blind' nel 2014. Il suo ultimo, il profondamente inquietante 'The Innocents', ricorda la sua sceneggiatura per la sua collaborazione a Treviri del 2017 ' Thelma ”, la storia di una giovane donna che si rende conto di avere poteri inaspettati. Nel modo in cui quel film usava una premessa di fantascienza per disfare le questioni di sviluppo e repressione, 'Gli innocenti' usa la struttura di quella che è quasi una storia di origine di un supereroe per esaminare quei giorni della giovinezza in cui stiamo cercando di capire il nostro codice morale, quando parole come 'innocente', 'colpevole' e persino 'buono' e 'malvagio' iniziano ad avere un significato reale per noi. La profonda empatia di Vogt per i suoi attori bambini lo eleva da quello che avrebbe potuto essere, anche se sembra che ci sia una versione più stretta che si dispiega con un po' più di urgenza.

Quasi tutto 'The Innocents' si svolge in un grande complesso residenziale norvegese, il tipo di luogo in cui tutti gli edifici e gli appartamenti sembrano generalmente uguali, aggiungendo uno sfondo banale a una storia di formazione molto insolita. La fenomenale Rakel Lenora Flottum interpreta Ida, una bambina di nove anni, una persona che ha la suddetta età quando vengono tracciati i limiti. Ida è anche abbastanza grande da trovarsi infastidita dalla sorella autistica e non verbale Anna ( Alva Brynsmo Ramstad ). Quando Anna la infastidisce, Ida le pizzicherà la gamba, sapendo che sua sorella non risponderà nemmeno. Sta provocando. Sta cercando di ottenere una risposta. I bambini lo fanno a questa età, spingendo i confini per vedere cosa succede dopo.

E poi Ida incontra un ragazzo che ha già da tempo distrutto i confini tradizionali e continua ad andarci. In una scena incredibilmente inquietante di cui gli amanti degli animali dovrebbero stare attenti, un ragazzo di nome Ben ( Sam Ashraf ) uccide brutalmente un gatto. Ben è stato vittima di bullismo da parte della gente del posto e ignorato dalla madre single, portando al tipo di dissoluzione dei valori morali che a volte crea un serial killer. Ma Ben non è il tuo sociopatico in crescita medio perché può fare cose che il piantagrane medio non può. Si scopre che anche Ida e Anna hanno degli strani poteri, così come Aisha ( Mina Yasmin Bremseth Asheim ), e tutti e quattro sembrano più potenti quando sono vicini. Potrebbe suonare come 'I nuovi mutanti' o ' Cronaca ”, ma il concetto di Vogt non è così mitologicamente profondo. Si tratta più di porre domande 'e se' sui giovani. E se un bambino potesse vendicarsi di un bullo senza nemmeno toccarlo? Quanto lontano sarebbero andati? In che modo ciò plasmerebbe il suo codice morale in via di sviluppo? In che modo il potere influisce sull'innocenza?

Ida è la prima a rendersi conto che Ben non è solo speciale ma pericoloso, e c'è un'interessante dinamica di genere in 'The Innocents' che potrebbe essere esaminata in un pezzo più lungo. Potrebbe anche essere letto come uno studio su quando le ragazze si rendono conto che i ragazzi intorno a loro sono pericolosi e di come sia necessaria un'alleanza per superare gli squilibri di potere. Vogt è il tipo di scrittore che non esplicita mai i suoi temi con dialoghi chiari e sottolineati o colpi di scena. Si fida del suo pubblico, dando loro idee da girare nel cervello invece di dar loro da mangiare con il cucchiaio semplici messaggi morali.

Si è anche sviluppato davvero come artista visivo. Sparato da Sturla Brandth Grovlen , 'The Innocents' ha un linguaggio visivo ipnotizzante mentre la telecamera si avvicina e si muove attraverso il complesso di appartamenti. Gli edifici imponenti che sembrano ancora più grandi quando sei giovane; le finestre che sembrano tutte quasi minacciosamente uguali; il suono dei bambini nel complesso parco giochi; gli angusti alloggi di questi domicili che nascondono genitori sprezzanti o addirittura violenti e creano bambini insoliti: 'The Innocents' è un pezzo complesso di narrazione, sia visivamente che narrativamente.

A volte è anche un po' una seccatura. Anche se c'è così tanto da apprezzare qui, 'The Innocents' impiega molto tempo per andare avanti e a volte desideravo che Vogt aumentasse la temperatura attraverso il ritmo. Mi sento come se ci fosse un film teso e viscerale di un film qui che taglia circa 15 minuti da più luoghi. Tuttavia, è l'unica vera denuncia che si potrebbe sollevare contro un film molto ambizioso che non usa solo i bambini come strumenti in un concetto di fantascienza ma cerca di capirne i protagonisti prepuberi. A volte non ci vuole un villaggio, ci vuole un bambino che capisca che non saranno mai più veramente innocenti.

Oggi nelle sale e in VOD.

Raccomandato

Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam
Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam

Recensioni dal Fantasia International Film Festival di 'The Man Who Killed Hitler and Then The Bigfoot', il film horror sperimentale 'Luz' e il 'Black Mirror'-esque 'Cam'.

Cessate il fuoco
Cessate il fuoco

Questo è uno dei migliori film dell'anno.

Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey
Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey

Un'intervista con la produttrice Liz Trubridge e gli attori Michelle Dockery e Laura Carmichael su Downton Abbey.

Uomini
Uomini

Qualunque sia la tua reazione all'ultima distorsione mentale meticolosamente realizzata dallo scrittore/regista Alex Garland, non sarà indifferenza.