Fantino

Recensioni

Offerto da

Clifton Collins, Jr., la star del dramma sull'ippodromo 'Jockey', ha la guida nel sangue, anche se l'abilità è richiesta così raramente che non siamo quasi mai riusciti a vederlo farlo. Nato Clifton Gonzalez Gonzalez , Collins è il nipote di un attore di film e TV western, Pedro Gonzalez Gonzalez, e il pronipote di un altro, Jose Gonzales-Gonzales. Collins ha interpretato un piccolo ruolo nelle scene occidentali di 'C'era una volta a Hollywood' e al momento della stesura di questo articolo è stato un personaggio fisso in 'Westworld'. Il suo personaggio 'Fantino', il veterano Jackson Silva, è stato creato dal co-sceneggiatore del film e regista per la prima volta, Clint Bentley , che è cresciuto intorno agli ippodromi perché suo padre era un fantino.

Queste informazioni di base servono a spiegare in cosa ti stai cacciando quando guardi 'Jockey': un film che non ha molta trama di cui parlare, che ti immerge nel mezzo di un mondo ricco di dettagli costruito da osservazioni di prima mano , e questo si unisce al lavoro di squadra di Bentley e Collins. La loro è una fusione mentale da film indie per secoli, alla pari con il lavoro Abele Ferrara e Willem Dafoe fanno da quando Ferrara è diventata sobria.

Collins è convincente dal primo fotogramma. Se visto in silhouette (che è spesso) ha la sagoma nerboruta di un rodeo rider o di un caballero di vecchi film in cui gli uomini stravaccavano con una sigaretta o un filo d'erba tra i denti. Irradia la competenza d'acciaio che Steve McQueen portato a drammi occidentali come 'Nevada Smith', ' Junior Bonner ' e 'Tom Horn'. Jackson è un pilota esperto che si avvicina alla fine della sua carriera. È macho ma accomodante. Non gonfia il petto cercando di impressionare nessuno, perché quel tipo di pavoneggiarsi chiama guai, e ne ha abbastanza ansia da affrontare.

Non ci sono molte sorprese da trovare in termini di storia: c'è un'addestratrice di cavalli di nome Ruth (star di 'Deadwood' Molly Parker ) che è amica di Jackson da anni e sembra che potrebbe essere incline a spostare le cose in una categoria diversa. E c'è un nuovo ragazzo di nome Gabriel ( Mosè Arias ) in giro per la pista. Ha all'incirca la taglia giusta per essere un fantino. Alla fine ammette di aver seguito Jackson in giro per il circuito di equitazione per stargli vicino perché (dice) è il prodotto di un'avventura che Jackson aveva avuto con una donna 19 anni prima e crede che sia il suo destino di unirsi al mondo di suo padre.

C'è anche un cavallo brillantemente dotato, e una grande corsa in arrivo, e una diagnosi per Jackson che ha la stessa funzione di quelle scene in tutte le ' Roccioso ' film in cui un dottore avvertì Rocky Balboa che se fosse salito di nuovo sul ring sarebbe diventato sordo o cieco o avrebbe subito danni cerebrali o avrebbe perso un rene (o era Adonis Creed?). Cosa ne pensi se ne andrà un ragazzo come Jackson a che fare con notizie del genere? Dire 'Grazie per l'onestà, dottore' e consegnare il frustino?

Parker e Collins hanno chimica. Il suo apice è una conversazione lunga, tranquilla e intensa nel trailer di Jackson che è una lezione oggettiva su come far sembrare grande un piccolo spazio: inquadrando l'ambientazione in modi che ti diano un'idea di cosa fa all'energia di una persona vivere da sola in esso, quindi mostra come cambia quell'energia quando aggiungi una seconda persona con un'atmosfera diversa.

Non guardi un film come questo per i colpi di scena. L'atmosfera è più simile a una di quelle a metà carriera, a medio budget Clint Eastwood immagini in cui interpretava un veterano fatiscente di una professione o di un'altra che ha dato tutto e ha avuto alcuni momenti d'oro ma si stava avvicinando alla cinquantina o alla sessantina rendendosi conto che per tutto il tempo era solo molto bravo, non eccezionale, e che il principale la cosa che deve dimostrare in tutti quegli anni di duro lavoro è un lavoro che lo ha soddisfatto.

C'è anche un piccolo tocco del film sportivo praticato da Ron Shelton (' Toro Durham ,' ' Tazza di latta '), a cui piaceva concentrarsi su ragazzi il cui tempo era passato e a cui non importava mai molto di chi vincesse o perdesse perché era sempre più interessato alla cultura dello sport e al modo in cui gli atleti si relazionavano tra loro e con gli amici, la famiglia e supportare i professionisti nel loro piccolo mondo vedere tutte le gare in questo film, almeno non come in altre immagini di ippodromi. Non c'era un budget per quello, e non volevano rischiare di ferire la loro star, quindi trovano modi fantasiosi per far sentire le razze come eventi interni, emotivi o puntini di sospensione nella storia, come quando i soldati in una commedia sulla testa di guerra vai in battaglia prima dell'intervallo e poi torna dopo e puoi dire se hanno vinto o perso dal modo in cui si comportano.

Il film è stato girato in una pista funzionante e mescola non attori con professionisti, in modo impressionante in una scena adorabile in cui i corridori si riuniscono e discutono delle loro ferite. Jackson si siede e ascolta gli altri descrivere il costo della loro decisione di dedicarsi a un lavoro che amano e che paga poco e richiede così tanto.

Si tratta di un dramma che valorizza i valori giornalistici o documentaristici, nonché il 'naturalismo epico' di film di registi come Terrence Malick e Chloe Zhao in cui la telecamera potrebbe essere interessata allo scorrere dell'acqua, a un tramonto, a uno stormo di uccelli o a una fila di cavalli stagliati come in qualunque cosa i personaggi stiano facendo o dicendo. Il punteggio, di The National's Bryce e Aaron Dessner , è allo stesso modo, usando effetti sonori ritmati, ronzanti e filtranti per far sembrare che il tempo si sia compresso o ampliato o altrimenti cessato di essere misurabile.

La notevole fotografia di Adolfo Veloso utilizza una cornice epica e stretta per trasmettere la modestia delle vite dei personaggi. Le inquadrature inquadrano le reazioni e il linguaggio del corpo degli attori in un modo che li rende parte del paesaggio piuttosto che attori che si pavoneggiano su un palcoscenico del mondo reale. Crediamo che vivano e lavorino in questo posto e siamo stati invitati a sederci vicini e guardarli esistere.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.