È la cosa preferita che abbia mai fatto: Carl Reiner sul ritorno dello spettacolo di Dick Van Dyke su MeTV

Interviste

Con buona pace di “Veep” e “ Barry ”, l'ora più divertente della televisione della domenica sera è ora il back-to-back degli episodi di “The Dick Van Dyke Show” la serie pluripremiata agli Emmy, che è tornata nella formazione MeTV domenica 5 maggio.

Sono passati cinque anni da quando la rete dedicata alla televisione classica e di culto ha condotto 'The Dick Van Dyke Show' e il suo creatore, Carl Reiner , 97(!), è euforico. 'Sono così felice che sia acceso, non posso dirtelo', ha detto in un'intervista telefonica. 'È la cosa preferita che abbia mai fatto.'

Questo dall'uomo che era un membro dello staff di sceneggiatori del dream team ed era un membro dell'ensemble su ' Il tuo spettacolo di spettacoli ”, creato in collaborazione con Mel Brooks una delle grandi commedie di routine, ' L'uomo di 2000 anni ,” e ha diretto un quartetto di Steve Martin i film più divertenti (“ Il coglione ,” “Gli uomini morti non indossano il plaid,” “L'uomo con due cervelli” e “ Tutto di me ”), per non parlare della commedia nera come la pece “Dov'è Poppa?”

'The Dick Van Dyke Show' è andato in onda dal 1961 al 1966. Ha guadagnato 15 Emmy, di cui tre per la sua star e cinque per Reiner, che originariamente concepì lo spettacolo come un veicolo per se stesso. Scrivi quello che sai, recita l'adagio dello scrittore, e quello che Reiner sapeva era essere un padre di famiglia di periferia a cui era capitato di avere una carriera affascinante nel mondo dello spettacolo. La rete non considerava Reiner pronto per la prima serata. Il pilota, intitolato “ Capofamiglia ” è stato rifiutato, ma produttore Sheldon Leonard (il tipo che minaccia di gettare George Bailey e Clarence 'fuori dalla porta o dalla finestra' in 'È una vita meravigliosa') ha apprezzato le sceneggiature di Reiner e ha voluto rilanciare il progetto, dicendo notoriamente a Reiner: 'Troveremo un attore migliore per giocare con te. (Leonard avrebbe poi recitato in un episodio come l'intimidabile 'Big Max Calvada.')

'Mi ha parlato di Dick Van Dyke', ha ricordato Reiner. 'Non lo conoscevo, ma sono andato a vederlo a Broadway in 'Bye Bye Birdie' e ho visto forse l'uomo più talentuoso che avessi mai visto'.

Nessun altro è stato preso in considerazione per il ruolo di Rob Petrie, lo sceneggiatore capo di 'The Alan Brady Show'. 'Qualunque cosa gli chiedessi, poteva farcela', si meravigliò Reiner. “È l'essere umano più coordinato e lo è ancora, tra l'altro. È anche un fumettista terribilmente bravo. Bevo da una tazza che ha un cartone animato che ha fatto del cast dello spettacolo; è davvero straordinario”.

Come era il cast, compreso Mary Tyler Moore nei panni della moglie e musa ispiratrice Laura, i vaudevilliani Rose Marie e Morey Amsterdam nei panni degli sceneggiatori di commedie Sally Rogers e Buddy Sorrell, Richard Deacon nel ruolo del presunto produttore Mel Cooley, Larry Matthews nel ruolo di Rob e il figlio di Laura, Richie, Jerry Parigi e Ann Marie Guilbert nei panni dei vicini Jerry e Millie e lo stesso Reiner nei panni della tirannica ed egocentrica star di 'The Alan Brady Show'.

Il nome del personaggio era originariamente Alan Sturdy', ha detto Reiner, 'ma Sheldon ha insistito perché lo cambiassi perché suonava come 'Alan è sporco''.

Per le prossime quattro settimane, MeTV trasmetterà episodi selezionati da Reiner come suoi preferiti. Ha riflettuto su alcuni di loro:

Bocca grande da costa a costa

Probabilmente il miglior episodio della serie in cui la vita professionale e quella personale di Rob si scontrano quando Laura inavvertitamente sbotta in un programma televisivo che Alan Brady è calvo. L'idea per l'episodio è venuta da Reiner, che in effetti indossava un parrucchino, ma non è così vanitoso come il suo iconico alter ego. “Questo è stato scritto da Bill Persky e Sam Denoff; quei ragazzi mi hanno salvato il culo', ha detto Reiner. 'Il primo anno sono stato lo story editor e il produttore e ho scritto la maggior parte delle prime due stagioni da solo'. Avevamo altri scrittori che non avevano proprio l'idea dello spettacolo, ma l'hanno fatto. L'anno scorso li ho messi al comando e sono andato a fare 'I russi stanno arrivando, i russi stanno arrivando'.

'Big Mouth' è degno di nota come uno dei rari episodi in cui è presente una scena tra Brady di Reiner e Laura di Mary Tyler Moore. 'Mary era un dono', ha detto Reiner. “Quando è entrata per la prima volta nel mio ufficio, ho detto: 'Wow!' Non voleva venire all'audizione; aveva avuto una brutta settimana di audizioni e non aveva trovato lavoro. Ma Mary non poteva fare una mossa sbagliata.

Questo è il mio ragazzo??

In questo classico episodio di flashback, Rob ricorda la nascita di Richie e i suoi crescenti sospetti che l'ospedale abbia confuso i Petry con un'altra coppia, i Peter, e dato ai Petry il bambino sbagliato. Fa in modo che la coppia invisibile venga a casa dei Petrie per eventualmente scambiare i bambini. La rivelazione dell'episodio, audace all'epoca, ha prodotto una delle più grandi risate della serie quando Rob apre la porta e trova una coppia di neri sulla soglia di casa. La rete era contraria perché troppo controversa, ma Reiner ha lasciato il verdetto nelle mani del pubblico in studio dal vivo. 'Hanno reagito proprio come speravo', ha detto. La serie è stata progressista nel suo atteggiamento nei confronti dei diritti civili, dall'inclusione concreta di un bambino di colore nella classe di Richie nell'episodio 'Il padre della settimana', al casting Godfrey Cambridge come agente dell'FBI in 'The Man from My Uncle'. 'Ricordo di aver ricevuto una chiamata dalla rete che mi chiedeva se c'erano agenti dell'FBI che erano neri, e ho detto: 'Ci saranno ora', ha detto Reiner con una risata.

Potrebbe sembrare una noce

Reiner ha dovuto lottare per questo episodio lontano. 'I miei partner non volevano farlo', ha detto. In questa punta di cappello a 'The Twilight Zone', potrebbe essere uno scherzo pratico o un incubo quando Rob teme di essere 'l'ultima persona terrestre rimasta' in un mondo governato da Kolac dal pianeta Twilo. 'Volevo usare i baccelli come facevano in 'Invasion of the Body Snatchers'', ha detto Reiner. “Quando non potevo, ho deciso di usare le noci. Quando Laura esce scivolando fuori dall'armadio del corridoio con 2.000 noci, valeva il prezzo del biglietto. In seguito abbiamo donato quelle noci in beneficenza'.

Mai fare il bagno di sabato

La relazione di Rob e Laura era basata su quella di Reiner con sua moglie, Estelle (la ' Avrò quello che ha lei ” cliente del ristorante in “Quando Harry ti presentò Sally…”). In questo episodio, la seconda luna di miele di Rob e Laura va storta quando Laura si ritrova l'alluce incastrato nel rubinetto della vasca da bagno. 'Mia moglie ed io siamo andati in un hotel molto bello', ha detto Reiner. “Estelle si è quasi incastrata all'alluce ed è questo che mi ha dato l'idea. Mary ed io abbiamo avuto un piccolo contrattempo per questo episodio (perché sarebbe stata fuori dalla telecamera per la maggior parte). Ha detto che poteva coprirsi con un asciugamano e io ho detto: 'E privare l'America di immaginarti nuda nella vasca da bagno?' Questo episodio cattura la potente chimica tra Van Dyke e Moore che ha fornito alla serie il suo calore e il suo cuore. 'Loro due, se non fossero stati sposati con altri, sarebbero diventati una coppia', sostiene Reiner.

Reiner ha scelto di terminare 'The Dick Van Dyke Show' dopo cinque stagioni. 'La verità è che abbiamo iniziato a ripeterci', ha detto. 'Continuavamo a dire: 'Ne abbiamo fatto uno così'.

Reiner, membro della Television Academy Hall of Fame, rimane creativamente impegnato. Nel 2017, è diventato il più anziano candidato agli Emmy come narratore del documentario della HBO, 'If You're Not in the Obit, Eat Breakfast'. È un autore prolifico. Questo pubblico è diretto a 'Alive at Ninety-Five: Recalling Movies I Love' e 'Approaching Ninety-Six: I film che amo vedere e che mi piace fare'. Ha anche scritto 'Perché e quando è nato lo spettacolo di Dick Van Dyke'. Proprio questa mattina, racconta al suo intervistatore, gli è venuta un'idea che diventerà un altro libro o un'opera teatrale.

Quando gli viene suggerito che sia coautore di un libro con Mel Brooks sulla loro amicizia di una vita (si incontrano quasi ogni sera a casa di Reiner per guardare film e televisione), condivide una storia: “Mel ed io siamo stati invitati a [interpretare il Uomo di 2000 anni ]. Ci hanno pagato un sacco di soldi; lo facciamo per niente alle feste da anni. Lungo la strada, Mel si è lamentato: 'A cosa ci serve questo?' Era preoccupato. Non sapeva cosa gli avrei chiesto. Non sapevo cosa gli avrei chiesto, ma Mel non ha mai avuto la risposta. La reazione che abbiamo avuto (quella notte) è stata immensa. Sulla via del ritorno Mel era tranquillo. Gli ho chiesto: 'Mel, quanto avresti preso per questo locale?'

'The Dick Van Dyke Show' va in onda su MeTV la domenica sera, alle 22:00. CT. Per maggiori informazioni visita metv.com.

Raccomandato

Penny Dreadful: La città degli angeli è quasi salvata da Natalie Dormer
Penny Dreadful: La città degli angeli è quasi salvata da Natalie Dormer

Una recensione della nuova serie Showtime, che debutterà il 26 aprile.

30 cose che mi hanno fatto venire la pelle d'oca: Questlove, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. in Summer of Soul
30 cose che mi hanno fatto venire la pelle d'oca: Questlove, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. in Summer of Soul

Un'intervista con il regista Ahmir 'Questlove' Thompson, Marilyn McCoo e Billy Davis, Jr. sul documentario Summer of Soul.

Una vita di epica sofferenza
Una vita di epica sofferenza

Ecco il film più triste che abbia mai visto sulla vita di A

Sundance 2020: Omniboat: A Fast Boat Fantasia, La Leyenda Negra, Beast Beast, I Carry You With Me
Sundance 2020: Omniboat: A Fast Boat Fantasia, La Leyenda Negra, Beast Beast, I Carry You With Me

Un messaggio del Sundance Film Festival su quattro film proiettati nell'eclettica categoria NEXT.