Denzel Washington mette il potere dietro l'Oratorio

Interviste

NEW YORK -- Predicando con le parole e lo stile di Malcolm X, a volte in piedi negli stessi posti in cui si trovava, Denzel Washington cominciò a capire il potere dell'uomo. 'Ti alzi di fronte a cento o mille persone, e fai questo viaggio insieme, e dai loro da mangiare questo stile di predicazione di chiamata e risposta, ed è come una droga, una droga potente', mi ha detto Washington , pochi giorni prima dell'uscita del film mercoledì.

Hai mai predicato prima?

'No. (Ma) mio padre è stato ministro per 50 anni. Ho partecipato a molte funzioni religiose'.

In Spike Lee ' Malcom X ,' predicando a varie congegrazioni - nelle vetrine e agli angoli delle strade, nei vasti auditorium e ad Harvard - Malcolm si presenta come un oratore naturale, in grado di parlare le lingue dei suoi vari pubblici come potrebbe fare un politico. Se Washington non fosse stato in grado di portare quelle scene, nient'altro nel film avrebbe avuto lo stesso impatto, ma Washington ha detto che non praticava la predicazione, non in alcun senso convenzionale.

'Non mi sono seduto a casa con un piedistallo. Abbiamo avuto alcuni ragazzi provenienti dalla Nation of Islam, e abbiamo fatto un corso di formazione. Il modo in cui Spike ha organizzato le cose, ha edifici intorno al suo ufficio principale; guardaroba qui e oggetti di scena laggiù. E provavo tutto il giorno, e alle 6, iniziavo le lezioni con la Nation of Islam, e marciavamo e recitavamo, e loro ci disciplinavano. Alla fine, mi hanno fatto alzare e parlare e questo ha aiutato molto. Questo mi ha fatto andare avanti, confrontandomi con le persone e non avendo paura. E molte preghiere. '

Sorrise, ed era un sorriso facile, che rifletteva la calda personalità che proiettava in film come ' Il potente Quinn ' e ' Mo' Better Blues ', ma ciò che sorprende in 'Malcolm X', anche per i suoi ammiratori, è la vasta gamma che suona, da quel calore alla disperazione, alla rabbia e alla visione. E ciò che è stato sorprendente per me, parlando con lui, è stato il modo in cui è politico era - quanto fosse disposto a continuare la discussione che Malcolm X inizia nel film.

Il film copre più di 20 anni della vita di Malcolm, lo porta da un portiere di Pullman a un corridore di numeri, lo mette in prigione e il National of Islam, lo mostra mentre cresce da un teppista all'angolo di una strada a un leader mondiale, e non c'è un momento in cui Washington non convince. La performance lo stabilisce come il favorito per l'Oscar di quest'anno.

'Questo è stato il primo film in cui non volevo interrompere le riprese', stava dicendo. 'Soprattutto i discorsi. Una volta che mi sono abituato, ho continuato ad andare e venire. La scena più difficile da girare per me è stata probabilmente l'assassinio. C'era una sensazione oscura sul set e mi sono sentito incatenato. Per tutto il film , Ho vissuto la vita di Malcolm, indipendentemente dal fatto che le telecamere fossero accese o spente. I ragazzi che erano le mie guardie del corpo nel film sono andati con me ovunque nel corso della giornata. Ora ecco l'unica scena in cui non avevo il controllo, e io mi sentivo come se avessi abbandonato i miei amici. Soprattutto i ragazzi che hanno dovuto spararmi. La prima ripresa che abbiamo fatto, dovevamo fermarci e alcune persone piangevano e si arrabbiavano. Sono stati un paio di giorni commoventi'.

Il film utilizza una certa quantità di filmati documentari del vero Malcom X, ed è inquietante a volte quanto bene Washington sia in grado di suggerirlo, dal momento che i due uomini non si assomigliano molto e occhiali e cappelli possono ottenere solo così tanto. È come se il portamento di Washington, il suo atteggiamento, rispecchiasse Malcolm.

'Mi è stato chiesto spesso, 'Sei Malcolm X?' In 'A Soldier's Story', il mio personaggio aveva ucciso un ragazzo; questo fa di me un assassino? No. Ad alcune persone potrebbe sembrare che ho un programma per interpretare ruoli come quelli che ho interpretato in 'Glory', 'Soldier's Story'. ,' o Steven Biko in 'Cry Freedom' e ora Malcolm X. Non è un programma pianificato. Non parlo per il mio lavoro; mi piace lasciare che il mio lavoro parli per me'.

I ruoli menzionati da Washington hanno una vasta gamma: da un soldato della guerra civile a un leader sudafricano dei diritti civili, e ha anche interpretato uno sceriffo giamaicano, un poliziotto di una grande città, un avvocato e un musicista. Fa parte di una generazione di grandi star afroamericane emerse negli anni '80; altri includerebbero Danny Glover , Whoopi Goldberg , Wesley Snipe e Morgan Freeman , e i loro film hanno mostrato un quadro più completo delle molte esperienze nere in questo paese di quanto non abbia tentato Hollywood nei decenni precedenti. Ma ci volle molto tempo prima che Hollywood fosse pronta a raccontare la storia di Malcolm X.

Ci sono battute nella sceneggiatura di 'Malcolm X' che sono state scritte 25 anni fa da James Baldwin. L'autobiografia di Malcolm X, di Malcolm raccontata ad Alex Haley, fu pubblicata negli anni '60. Ma il messaggio di Malcolm era quello con cui molti liberali degli anni '60, per non parlare dei conservatori, erano a disagio. In un momento in cui i manifestanti per i diritti civili cantavano 'Bianco e nero insieme', Malcolm predicava un messaggio separatista. E quando fece il suo viaggio alla Mecca e tornò convinto che tutti gli uomini di buona volontà potessero lavorare insieme, lo stava aspettando il proiettile di un assassino. Il momento giusto

Pensi che sia un bene o un male che questo film esca nel 1992, invece che nel 1982 o nel 1972?

'Penso che sia terribile che un discorso fatto da Malcolm nel 1962 debba essere riprodotto sotto una videocassetta di qualcuno che viene picchiato oggi, e nulla è cambiato', ha detto. 'Quel filmato di Rodney King avrebbe potuto essere Selma, Ala., o qualsiasi altra cosa, ed è Los Angeles nel '91. Ovviamente, sono contento che il film sia arrivato ora - mentre ero qui per farlo - e non prima. Forse era il momento giusto; forse era solo il momento di essere realizzato'.

Cosa è cambiato per renderlo il momento giusto?

'Il fatto è che non è cambiato molto. Quando abbiamo preso una direzione invece di un'altra, la gente ha detto che Martin Luther King era più sicuro. Questa sembrava essere la dottrina, e hanno fatto molte cose buone e sono cambiate molte leggi, ma quello che scoprirai è che non puoi cambiare il modo di pensare delle persone.

'Negli anni '50 e '60, da qualche parte lì dentro, ci siamo confusi con l'integrazione e l'assimilazione. Abbiamo perso una parte della nostra cultura e forza, e penso che Malcolm ci stesse dicendo, sappi chi sei, impara chi sei sono, impara qual è la tua vera storia - in modo che quando esci dalla porta, ti sentirai bene con te stesso perché è quello che fa l'italiano-americano. Quello che fa l'ebreo-americano. È quello che fa ogni nazionalità; loro' Re solide su chi sono, e l'afroamericano è stato quello che ha detto, beh, vogliamo solo essere in grado di adattarci.

'Ora le persone si stanno rendendo conto che le cose che Malcolm ha detto allora hanno molto senso. Sapere chi sei, essere economicamente forte come comunità. Lo chiamava nazionalismo. Lo chiamavano separatismo, ma tutto ciò che stava dicendo era , 'Ehi, se vivi in ​​quella comunità, perché non spendere i tuoi soldi in quella comunità? Perché non possedere le attività in quella comunità? Tutti gli altri lo fanno'.

Washington era molto serio, molto intenso, e mentre parlava mi sono sentito in presenza di . . . non un attore. . . un politico, un predicatore, un leader.

'La frustrazione che provano i giovani oggi va oltre le linee di colore; a Los Angeles, hanno cercato di trasformare le rivolte in una questione razziale, ma non è una questione razziale. È una frustrazione. C'erano bianchi là fuori, cinesi, giapponesi, coreani, Afroamericani, spagnoli. Stanno guardando il loro governo rubare e questa era la loro occasione. Come puoi dire a qualcuno: 'Non farlo, ti mettiamo in prigione', mentre fai rimbalzare assegni dappertutto posto, e Iran-contra truffa e fa ogni genere di cosa? I ragazzi lo stanno guardando in TV: OK, questo è ciò che stanno facendo i nostri presunti leader. Quindi vogliamo la nostra fetta di torta, specialmente quando i nostri leader lo fanno, e non possiamo mangiare'.

Una delle cose che lo infastidiva di più durante i disordini di Los Angeles, ha detto Washington, era che i telegiornali sembravano indugiare sulle immagini di divisione e ignorare tutto ciò che dipingeva un'immagine più equilibrata.

'Reginald Denny, l'autista del camion che è stato picchiato - i medici che lo hanno operato, i chirurghi che lo hanno rimesso in sesto erano neri. Non è importante per la TV. Mostra solo quel nastro; mostralo mentre viene picchiato di nuovo. Ero laggiù il giorno dopo e ha cercato di aiutare. I cameraman della TV non erano interessati alle persone che stavano facendo cose positive. Stavano cercando il prossimo fuoco. Trova qualcosa che cova sotto la cenere! Se non riesci a trovare nulla, accendi qualcosa. '

Lui sospiro. 'Forse con queste elezioni abbiamo svoltato l'angolo. Forse le persone sono stufe di come sono andate le cose. Sento un po' di speranza'.

Nell'ultimo decennio di Malcolm, dicevo, ogni volta che la gente cominciava a provare un po' di speranza, qualcun altro veniva con una pistola e metteva fine alla speranza.

'Questo era il caso negli anni '60. Non usano più proiettili; usano l'assassinio di personaggi. C'è una tale mancanza di leader ora perché coloro che hanno rischiato nelle loro vite non possono davvero servire in cariche pubbliche. vuoi qualcuno come presidente che possa sopravvivere al lavoro che i tabloid gli avrebbero fatto? Questo era ciò che era davvero interessante di Clinton. Qui è stato crocifisso davanti a tutti ed è sopravvissuto. È il primo che è riuscito a sopravvivere all'assassinio di un personaggio .

'Non credo che abbiamo coltivato la leadership in questo paese. Abbiamo eliminato un'intera generazione di leadership, con proiettili o assassinio di personaggi. E penso che questo abbia spaventato un sacco di persone, e nessuno vuole saltare là fuori Guarda il caso di Cuomo, che non sarà mai quello che aveva il potenziale per essere, perché lui, immagino, aveva degli scheletri nell'armadio e aveva paura di uscire e di essere fatto a pezzi. E mi tolgo il cappello per Clinton per essere sopravvissuto. Quindi chi se ne frega con chi è andato a letto? La gente dice che non posso mangiare. Come posso pagare l'affitto?'

Mentre Washington parlava di politica, stavo pensando, forse dovremmo tornare a parlare del film. E poi ho capito che stavamo parlando del film.

Raccomandato

The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'
The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'

Una recensione di due nuovi enormi set regalo horror per 'Halloween' (e i suoi sequel) e 'The Texas Chainsaw Massacre'.

Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro
Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro

Un'intervista con la sceneggiatrice/regista Joanna Hogg sul suo nuovo film, The Souvenir.

La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda
La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda

John Ford e John Wayne insieme hanno creato gran parte della mitologia del Vecchio West che portiamo nella nostra mente. A cominciare da 'Stagecoach' (1939), proseguendo dal 1948 al 1950 con la Cavalry Trilogy ('Fort Apache', 'She Wore a Yellow Ribbon' e 'Rio Grande'), e infine fino al 1962 e 'The Man Who Shot Liberty Valance' ,' insieme in 10 lungometraggi hanno in gran parte formato i modelli del western di Hollywood. Di questi 'Liberty Valance' era il più pensieroso e riflessivo.

I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.