Deborah Szekely, la madrina della salute e del fitness, ha 100 anni ed ecco cosa ne pensa!

Il diario di Chaz

Fotografie scattate in un momento precedente, utilizzate con il permesso di Deborah Szekely.

Il 3 maggio 2022 ho avuto la fortuna di far parte di un gruppo allegro che ha aiutato Deborah Szekely a celebrare il suo centesimo compleanno. Sono così ispirato dalla sua vitalità, saggezza e compassione. È stata chiamata la madrina della salute e del fitness, responsabile del moderno movimento del benessere. Un film sulla sua vita straordinaria è in lavorazione.

Ho intervistato Deborah per chiederle quale regalo desidera più di ogni altra cosa per il suo centesimo compleanno. e ha detto che è piantare alberi per tutta Tecate, il luogo che le ha dato tanto. Gli alberi proteggeranno i suoi residenti, contribuiranno alla bellezza della comunità, incoraggeranno una maggiore diversità ambientale e aiuteranno a rallentare il cambiamento climatico. Ha avviato un fondo chiamato ' Ombrello Verde ' e puoi contribuire a quel fondo deducibile dalle tasse qui .

Ecco il messaggio che ha consegnato da Rancho La Puerta, la spa che ha fondato a Tecate, in Messico, con suo marito quando aveva 17 anni.— Chaz Ebert


Sì, oggi è il mio centesimo compleanno

di Deborah Szekely

Mi sono svegliato presto al Rancho La Puerta, ascoltando i rumori di qualcosa che accadeva sul prato fuori dalla mia casita proprio come facevo quando Sarah e Alex erano piccoli. 'Shhh,' gli sussurravo. 'Vestiamoci!' All'epoca, consentivamo alle auto di entrare nella proprietà, quindi potevo sentire molte porte che si chiudevano delicatamente. I membri del personale stavano arrivando. I tavoli venivano apparecchiati con grandi pentole di cioccolata calda. I tamales e conchiglie siamo pronti.

Alle 7:00 sono uscito dalla porta d'ingresso ancora in accappatoio (una tradizione) e sono stato accolto da una banda di mariachi a piena voce, tromba che echeggiava dalle colline, grande basso che martellava, violini che stridevano. Il patio era stato trasformato in un pergolato di fiori. E un caro amico, José Lupe, mi ha portato una rosa all'anno della mia vita da quando avevo 30 anni. Che modo meraviglioso di iniziare la giornata!

La rugiada era sull'erba. L'alba era inclinata verso il monte Kuchumaa, dipingendolo di un tenue, mistico indaco. Diverse centinaia di voci irruppero nel canto le mattine , la tradizione messicana ai compleanni.

Svegliati, mia cara, svegliati . Svegliati, mia cara, svegliati.

In mezzo a tutti i saluti e godendoci la cioccolata calda e conchiglie , ho capito: sono una statistica e una curiosità: solo 1,73 di noi (di me!) ogni 10.000 persone vivono così a lungo. 100! Per me è solo un numero sulla carta. Non posso accettarlo. In nessun modo posso avere 100 anni!

La mia gratitudine per la mia lunga vita è inesprimibile. Il numero, tuttavia, non ha senso per me. Eccomi a 100 anni, ma mi sento ancora come la giovane donna arrivata qui con Edmond nel 1940. Prendo ancora infinite decisioni nella mia vita, grandi e piccole. Ci si aspetta ancora così tanto da me e mi aspetto molto da me stesso. Sono totalmente impreparato ad essere così 'vecchio'. Tanto per cominciare, così tante persone vengono da me e mi chiedono qual è il mio segreto, quali parole di saggezza posso condividere. E sono senza parole.

Ma per ora avere 100 anni è una risatina. Ceno fuori con due amici e, come se non bastasse, mettono di nascosto al server un messaggio che festeggio il centesimo compleanno questo mese ed ecco che arriva un bel dolcetto sotto una sola candelina... e con tre cucchiai.

Ne sono certo: ringrazio i miei angeli per questa benedizione di lunga vita. Li chiamo angeli, ma li considero più guardiani e guide. Devo la mia grande salute, il mantenimento di tutti i miei marmi e, soprattutto, il sostegno di molti molti buonissimi amici di questi miei angeli. Per tutta la vita mi hanno dato lo stesso consiglio: non fingere la tua età! Per dirla in un altro modo, mi piace citare l'esperto che ha detto: 'Attenzione a recitare la tua età. Recita l'età che hai volere essere!'

Cosa farai con i tuoi anni a venire? Qualunque siano le circostanze, non recitare mai la tua età. Gioca un ruolo attivo nella tua salute (ogni mio amico e Rancho La Puerta lo sa) e mantieni il tuo atteggiamento positivo.

Tra tutte le mie benedizioni, indico prima il mio atteggiamento. Sono un ottimista. Una Pollianna. Molti di voi potrebbero essere troppo giovani per ricordare il film (1960) o il libro, uscito prima ancora che io nascessi, quindi lasciatemi dire che Pollyanna era una ragazzina allegra che ha trasformato tutta la sua città - brontoloni e tutto il resto - a il potere di pensare con ottimismo.

L'ottimismo contro ogni previsione è il modo in cui le cose vengono fatte in questo mondo sottosopra.

Divertiti a sentirti benedetto quando ti svegli. Combatti dalla parte del bene e di ciò che è giusto. Ricevi le benedizioni della natura quando sei triste. Dì al blues di volare via. E saluta tutti quelli che incontri durante la tua passeggiata oggi.

Oh questo è vero. Ora è il momento della MIA passeggiata. Ne prendo uno ogni giorno. Spero che lo faccia anche tu! Essendo stato un pioniere per tutta la vita, oggi volgerò i miei pensieri all'apertura di nuovi orizzonti.

Grazie per aver ascoltato questo centenario. Avanti a 101 vado!

Tanto amore e benedizioni a tutti voi,

Deborah

Raccomandato

Le ambiziose cascate di utopia di Hulu mescolano fantascienza, hip-hop e sdolcinato dramma adolescenziale
Le ambiziose cascate di utopia di Hulu mescolano fantascienza, hip-hop e sdolcinato dramma adolescenziale

Una recensione della nuova serie di Hulu Utopia Falls, che debutterà il 14 febbraio.

Danzig the Director, Tammy and the T-Rex, Joe Bob Briggs and More: A Preview of Cinepocalypse 2019
Danzig the Director, Tammy and the T-Rex, Joe Bob Briggs and More: A Preview of Cinepocalypse 2019

Un'anteprima del festival Cinepocalypse di Chicago, in programma dal 13 al 20 giugno al Music Box Theatre.

La Biblioteca presidenziale Abraham Lincoln e la Fondazione Ebert sponsorizzano il concorso cinematografico No Malice per bambini e giovani adulti in tutto l'Illinois per promuovere la guarigione razziale
La Biblioteca presidenziale Abraham Lincoln e la Fondazione Ebert sponsorizzano il concorso cinematografico No Malice per bambini e giovani adulti in tutto l'Illinois per promuovere la guarigione razziale

Un articolo sull'inaugurale No Malice Film Contest presentato dall'Abraham Lincoln Presidential Library and Museum e dalla Roger and Chaz Ebert Foundation.

Storia del lato ovest
Storia del lato ovest

C'è così tanta bellezza in questa storia del West Side.