Da Bill Nack: Memorie di Hunter

Roger Ebert

Da Bill Nack, Washington, DC:

La tua recensione di 'Gonzo' è nel segno. Anch'io mi chiedevo come fosse sopravvissuto alle sue mattine dopo il risveglio.

Ho incontrato Hunter per la prima volta al primo incontro di Ali-Spinks a Las Vegas, intorno al 1978, e poi di nuovo al secondo incontro di Ali-Spinks a New Orleans. Hunter era di Louisville e seguiva Ali ovunque. È venuto da me e da un vecchio annunciatore di combattimenti, Don Dunphy, al bar dell'hotel a New Orleans e mi sono presentato di nuovo e gli ho chiesto se potevo offrirgli da bere. Ha detto sicuro. Il barista si avvicinò e Hunter disse: 'Prenderò un Chivas triplo in uno shaker. Niente ghiaccio'. Il barista lo riempì quasi fino in cima con quello scotch molto costoso. Ho dovuto ridere quando ho ricevuto il conto. Erano venti dollari.

L'ho visto periodicamente dopo. Una notte, all'Alladin di Las Vegas, beveva con noi al bar e spariva ogni venti minuti per farsi una fila di cocaina in bagno. A un certo punto ha suggerito di andare ai combattimenti del club al casinò Silver Slipper, dove le persone stavano in giro a bordo ring e facevano scommesse in corso su cui rigid avrebbe battuto l'altro.

'Andiamo,' disse Hunter. 'Andiamo alla pantofola. Sei proprio a bordo ring. Così vicino all'azione che ti sporchi di sangue la birra.'

È stata una lunga notte. Ha bevuto più birra. Ma hai ragione. Non sembrava mai influenzarlo. Non l'ho mai visto confuso o ubriaco e beveva molto, mescolando l'alcol con le droghe. Ma non l'ho mai visto durante il giorno. Forse ha dormito fino a tardi e ha fatto a pezzi la sua stanza al mattino.

Un uomo molto strano. Ma mi piaceva. Abbiamo parlato molto di letteratura. Ho fatto l'ultima pagina di Gatsby per lui e gli è piaciuto molto. Una volta gli ho chiesto chi fosse lo scrittore più divertente che avesse mai letto e lui ha detto: 'Joseph Conrad'.

Ho iniziato a ridere. 'No davvero...'

'Sono serio', ha detto Hunter. 'C'era una scena in una storia di Conrad, forse Tifone, in cui c'era una violenta tempesta in mare e questa barca veniva travolta da onde di 40 piedi e il capitano della nave continuava a cercare di impedire che l'interno del ponte si bagnasse inceppando asciugamani intorno alle finestre. È stata la cosa più divertente che abbia mai letto. Istericamente divertente.'

Lo scrittore, ex redattore senior di Sports Illustrated, sta co-producendo un nuovo film basato sulla sua biografia del segretariato dei cavalli da corsa.

Raccomandato

The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'
The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'

Una recensione di due nuovi enormi set regalo horror per 'Halloween' (e i suoi sequel) e 'The Texas Chainsaw Massacre'.

Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro
Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro

Un'intervista con la sceneggiatrice/regista Joanna Hogg sul suo nuovo film, The Souvenir.

La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda
La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda

John Ford e John Wayne insieme hanno creato gran parte della mitologia del Vecchio West che portiamo nella nostra mente. A cominciare da 'Stagecoach' (1939), proseguendo dal 1948 al 1950 con la Cavalry Trilogy ('Fort Apache', 'She Wore a Yellow Ribbon' e 'Rio Grande'), e infine fino al 1962 e 'The Man Who Shot Liberty Valance' ,' insieme in 10 lungometraggi hanno in gran parte formato i modelli del western di Hollywood. Di questi 'Liberty Valance' era il più pensieroso e riflessivo.

I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.