Congratulazioni per la storica elezione del presidente afroamericano della Motion Picture Academy

Il diario di Chaz

Cheryl Boone Isaacs


Per la prima volta nei suoi 86 anni di storia, l'Academy of Motion Picture Arts & Sciences, che produce gli Oscar, ha eletto un presidente afroamericano, Cheryl Boone Isaacs.

La sig.ra Boone Isaacs conosce molto bene l'AMPAS, avendo precedentemente servito come governatore in rappresentanza del ramo delle pubbliche relazioni dell'Accademia per 21 anni. È stata anche primo vicepresidente dell'Academy durante lo scorso anno e nel 2012 ha prodotto i Governors Awards. Sostituirà il presidente uscente, Hawk Koch.

È tecnicamente la terza donna presidente dell'Accademia. Bette Davis fu la prima donna presidente nel 1941, ma si dimise dopo due mesi. Fay Kanin ha servito diversi mandati come presidente dal 1979 al 1983.

L'elezione della sig.ra Boone Isaacs porta un po' di diversità tanto necessaria ad AMPAS. Un sondaggio del Los Angeles Times l'anno scorso ha concluso che l'Accademia era composta per il 94% da bianchi e per il 77% da uomini. Il Direttore Esecutivo, Dawn Hudson, ha fissato come uno dei suoi obiettivi l'ampliamento della base di rappresentanza nel settore.

Il mese scorso Paris Barclay è stato nominato il primo presidente afroamericano nei 77 anni di storia della Directors Guild of America.

Raccomandato

The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'
The Safe Dark: 'Halloween: The Complete Collection' e 'The Texas Chainsaw Massacre: 40th Anniversary Edition'

Una recensione di due nuovi enormi set regalo horror per 'Halloween' (e i suoi sequel) e 'The Texas Chainsaw Massacre'.

Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro
Joanna Hogg su The Souvenir, Dipingere la struttura di un film in acquerelli e altro

Un'intervista con la sceneggiatrice/regista Joanna Hogg sul suo nuovo film, The Souvenir.

La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda
La frontiera occidentale, tra realtà e leggenda

John Ford e John Wayne insieme hanno creato gran parte della mitologia del Vecchio West che portiamo nella nostra mente. A cominciare da 'Stagecoach' (1939), proseguendo dal 1948 al 1950 con la Cavalry Trilogy ('Fort Apache', 'She Wore a Yellow Ribbon' e 'Rio Grande'), e infine fino al 1962 e 'The Man Who Shot Liberty Valance' ,' insieme in 10 lungometraggi hanno in gran parte formato i modelli del western di Hollywood. Di questi 'Liberty Valance' era il più pensieroso e riflessivo.

I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'
I cineasti di Ebertfest, gli esperti affrontano la sfida di 'Reimmaginare il cinema per l'era digitale'

Ospiti speciali dell'Ebertfest, tra cui Jem Cohen & Haifaa Al-Mansour, discuti delle sfide e dei vantaggi della realizzazione di film nell'era digitale.