Cleo dalle 5 alle 7

Recensioni

Offerto da

>In Francia, le ore pomeridiane dalle cinque alle sette sono conosciute come le ore in cui gli innamorati si incontrano. In questo pomeriggio, niente potrebbe essere più lontano dalla mente di Cleo del sesso. Sta contando i minuti fino a quando non apprende i risultati dei test che crede le diranno che sta morendo di cancro. Agnese Varda 'Cleo da 5 a 7' dura 90 minuti, ma il suo orologio sembra ticchettare insieme a quello di Cleo.

Varda è talvolta indicata come la madrina della New Wave francese. Ne sono stato io stesso colpevole. Niente potrebbe essere più ingiusto. Varda è la sua stessa anima, e solo il fatto che sia una donna, temo, le ha impedito di essere regolarmente inclusa con Godard, Truffaut, Resnais, Chabrol, Rivette, Rohmer e del resto suo marito Jacques Demy . Il passare del tempo è stato più gentile con i suoi film rispetto ad alcuni dei loro, e 'Cléo da 5 a 7' è oggi sorprendentemente moderno. Pubblicato nel 1962, sembra innovativo e influente come qualsiasi film della New Wave.

Cleo ( Corinne Marchand ) è una giovane cantante pop vivace e vivace che non ha ancora raggiunto una grande fama, anche se ha alcune canzoni alla radio e ai juke box. Vagando in un bar, suona una delle sue canzoni e abbiamo sopra la testa una donna che si lamenta con il suo compagno di tavola del 'rumore'. Non so se Cléo lo sente, anche se lo sappiamo. Uno degli espedienti del film è notare le conversazioni casuali di altri parigini che si svolgono vicino a Cléo mentre lei trascorre il suo tempo. In un altro caffè, per esempio, due amanti si lasciano.

C'è qualcosa di psicologicamente accurato in questo. Quando temi che la tua morte sia vicina, diventi consapevole delle altre persone in un modo nuovo. Sì, pensi agli altri, pensi che la tua vita stia andando per il verso giusto, ma pensa a me, devo morire. La consapevolezza di Cléo di ciò approfondisce un film che altrimenti parla di eventi per lo più banali.

Inizia alle 17:00, ad esempio, visitando un lettore del mazzo dei Tarocchi. Le carte sono viste a colori in un film altrimenti in bianco e nero. Non siamo lettori di tarocchi, ma ci sembrano allarmanti. L'Appeso e la Morte fanno le loro inquietanti apparizioni e il lettore di Tarocchi rassicura Cléo, come fanno sempre questi lettori, che le carte 'possono significare molte cose'. Più tardi, quando Cléo chiede di leggere il suo palmo, il lettore lo guarda e dice: 'Non leggo i palmi'. Non è un buon segno. Cléo sembra una donna abbastanza superficiale che questi presagi la deprimono.

  cleo pos.jpg

Girovagando per Parigi accompagnata dalla sua cameriera, si ferma in un negozio di cappelli e prova molti cappelli, che si riflettono su di lei in innumerevoli specchi. Quale look adotterà per il momento? È un giorno d'estate, eppure sceglie un cappello di pelliccia nero, che le corona la testa come avvertimento di tempesta.

Cléo e la cameriera tornano nel suo appartamento, che contiene un pianoforte, un letto, due gattini che litigano e molto spazio vuoto. Occupa il letto come una sorta di trono, e riceve il suo amante (José Luis de Vilallonga) in una scena che per entrambi è chiaramente più cerimonia che passione. Si incontra il proprio amante tra i 5 e i 7 anni? Molto bene, allora, si comporteranno come previsto. È presente anche Bob, il suo pianista per le prove, interpretato da Michel Legrand , il compositore del film.

È chiaro nel suo comportamento con l'amante e il pianista che Cléo interpreta un'eroina pop superficiale, una giovane donna insignificante e banale, tutta stile e posa. I due gattini, che Varda riesce in qualche modo a inserire nell'inquadratura, sono come oggetti di scena in uno stupido musical. Eppure per tutto questo tempo la consapevolezza di Cléo della sua mortalità vibra come una morbida grancassa sotto la superficie. Dato che interpreta la cantante, amante e acquirente di cappelli, interpreta sempre una donna che si aspetta che le venga detto di avere un cancro allo stomaco.

Il ruolo è più difficile di quanto possa sembrare e Corinne Marchand è migliore di quanto possa essere stata accreditata. Quello che fa qui è straordinario a modo suo come l'indimenticabile personaggio di Anna Karina in Godard's ' La mia vita da vivere .' È già abbastanza complicato interpretare uno sprite che salta con leggerezza attraverso la vita, ma in che modo comunichi la tua consapevolezza della mortalità? (Sia Godard che Karina appaiono in cameo in una breve sequenza di film muti, mostrata in una clip qui sotto. )

A differenza della maggior parte dei registi della New Wave, Varda non è stato formato come regista o critico, ma come fotografo serio. Prova a congelare qualsiasi fotogramma delle scene nel suo appartamento e troverai una composizione perfetta, perfetta, ma senza attirare l'attenzione su se stessa. Nelle immagini in movimento, ha la capacità di catturare l'essenza dei suoi personaggi non solo attraverso la trama e i dialoghi, ma ancor di più nella loro collocazione nello spazio e nella luce.

Mentre molti dei primi film della New Wave avevano uno stile sbarazzino, Varda in questo film mostra una sensibilità a sviluppare sottilmente le emozioni. Considera la sequenza verso la fine. si aggira in una zona deserta di un parco e incontra il giovane soldato Antoine ( Antoine Bourseiller ). Essi parlano. Camminano, viaggiano in autobus, camminano di nuovo. Osserva con quale enorme tatto e moderazione le parla. Non conosce le preoccupazioni per la salute della sua giornata, ma ha le sue preoccupazioni e il dialogo di Varda consente che tra loro esista un ponte emotivo. Quindi a Cleo viene detto i risultati del test con un'informalità quasi crudele dal suo medico. Poi lei e il soldato parlano ancora un po'. Se vuoi considerare le differenze tra uomini e donne, considera che quello che dice Antoine qui è stato scritto da una donna, e molti uomini l'avrebbero trovato fuori portata.

Agnes Varda, classe 1928, è una delle persone più simpatiche che abbia mai incontrato. Non c'è altro modo per dirlo. 'Sant'Agnese di Montparnasse', l'ho chiamata, in un post sul blog che ho scritto nel 2009.

  agnes.jpg

Nel suo magnifico film autobiografico ' Le spiagge di Agnese ' (2009), viene verso di noi sulla sabbia nel primo scatto, descrivendosi come 'una vecchietta, piacevolmente grassoccia'. Beh, non è alta. Ma in qualche modo non è vecchia. L'ha fatta film all'età di 80 anni, e sembrava molto simile al 1967, quando portò un film al Chicago Film Festival. O la sera che ho cenato con lei, Jacques e Pauline Kael a Cannes nel 1976. O quando era a Montreal nel 1988. O nel pomeriggio baciato dal sole quando noi tre abbiamo pranzato nel loro cortile parigino nel 1990. O quando era nella giuria a Cannes 2005.

Il suo viso è incorniciato da una cuffia di capelli lucenti. I suoi occhi sono allegri e curiosi. È piena di energia e in 'Le spiagge di Agnes' la vedrai allestire riprese che coinvolgono specchi sulla spiaggia, o azionare la propria macchina fotografica, o navigare da sola una barca lungo la Senna sotto il Pont Neuf, il suo preferito ponte.

E ci ha regalato l'inquadratura più poetica del cinema che abbia mai visto, dove due vecchi pescatori, che erano giovani quando li ha girati per la prima volta, si guardano su uno schermo. Sì, e lo schermo e lo stesso proiettore da 16 mm sono entrambi montati su un vecchio carrello del mercato che spingono per le strade notturne del loro villaggio.

Quella ripresa realizzata verso la fine della sua carriera racchiude il mistero del cinema. Ha filmato questi uomini quando erano giovani, e ora è passato mezzo secolo per tutti loro, e le riprese durano. Percepisci la stessa vita e simpatia in 'Cléo dalle 5 alle 7', dove vede la superficie in modo così chiaro e cosa c'è sotto ancora più chiaramente. Il film è in DVD nella Criterion Collection ed è in streaming su Hulu e Hulu Plus.

Il mio articolo sul blog Sant'Agnese di Montparnasse .

Raccomandato

Entrando negli spogliatoi: Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner in 'Everybody Wants Some!!'
Entrando negli spogliatoi: Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner in 'Everybody Wants Some!!'

Un'intervista con gli attori Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner, protagonisti di 'Everybody Wants Some!!'

Dissotterrare gli scheletri: John Carpenter in Lost Themes III e Scoring Halloween
Dissotterrare gli scheletri: John Carpenter in Lost Themes III e Scoring Halloween

Un'intervista a John Carpenter sul suo nuovo album di Lost Scores.

Il novizio
Il novizio

Il debutto cinematografico della scrittrice/regista/co-montatrice Lauren Hadaway è un'esperienza sensoriale intima e potente.

Grazia incredibile
Grazia incredibile

Amazing Grace sono due giorni di chiesa battista condensati in 90 minuti e iniettati direttamente nella tua anima.

Viveik Kalra su Accecato dalla luce, Alla scoperta di Bruce Springsteen, Cosa c'è dopo e altro
Viveik Kalra su Accecato dalla luce, Alla scoperta di Bruce Springsteen, Cosa c'è dopo e altro

Un'intervista con Viveik Kalra, che fa il suo debutto come attore nel film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.