'Ci sono tali diavoli.'

Recensioni

Offerto da

  Grande film Sean Penn 'The Pledge' inizia quando sembra che la carriera del suo protagonista stia finendo. Jack Nicholson interpreta Jerry Black, un detective della polizia del Nevada la cui festa di pensionamento viene interrotta dalla notizia del brutale omicidio di una giovane ragazza. Dall'altra parte della stanza rumorosa avverte un cambiamento di tono e si unisce a una conversazione tra il suo capo e l'uomo che assumerà il suo lavoro. Poi si reca sulla scena del delitto, forse per abitudine o perché non si è ufficialmente ritirato. La bambina con il cappotto rosso è uno spettacolo pietoso con il suo sangue che macchia la neve.

Jerry è arrabbiato per la scarsa conservazione della scena del crimine e per la generale riluttanza della polizia a informare i genitori della ragazza. Al diavolo. Lo farà lui stesso. Lo vediamo avvicinarsi lentamente a loro attraverso un pavimento ricoperto di tacchini agitati. Penn tiene la sua macchina fotografica a distanza mentre Jerry dà la notizia ai genitori, la cui angoscia è evidente. Più tardi, all'interno della loro casa, li rassicura che l'assassino verrà trovato. La madre ( Patrizia Clarkson ) tiene in mano un crocifisso fatto dalla figlia, e ne chiede il pegno solenne. Lo dà. Non si riposerà fino ad allora.

La scena si svolge esattamente così. Ma più tardi, ripensandoci, forse percepiamo un livello più profondo. Jerry Black è divorziato due volte, senza figli, un poliziotto in carriera che ora non vede l'ora di passare il resto della sua vita a pescare. Ma è stato attratto dalla notizia dell'omicidio, attratto dalla scena del crimine, attratto dall'essere colui che informa i genitori, e ora giura di risolvere il crimine. Che fine ha fatto la sua battuta di pesca? Questo è un uomo che si aggrappa alla sua identità con una presa disperata.

Quella determinazione è al centro di 'The Pledge', che sembra seguire la forma di una procedura di polizia e poi si immerge più a fondo nei misteri dell'innocenza, del male e del bisogno di un uomo di convalidare se stesso. Ad un certo punto ci rendiamo conto che il ritiro, per Jerry, è una forma di sconfitta e morte. Quando la madre della ragazza dice: 'Non possono esserci diavoli simili là fuori', guarda i suoi occhi mentre lui le dice: 'Ecco sono tali diavoli.' Ha lavorato contro di loro per tutta la vita, e ora deve trovare questo per salvarsi.

Guarda attraverso il vetro a senso unico l'interrogatorio del principale sospettato, un indiano americano ritardato di nome Toby (Benecio dai capelli lisci del toro ). Le domande vengono da Krolak ( Aaron Eckhart ), che assumerà il lavoro di Jerry. Lusinga e tuba nell'orecchio di Toby, seducendo una confessione, e quando ne ottiene una alza le mani in segno di vittoria come un allenatore di football. Jerry è sconvolto: l'indiano chiaramente non ha idea di cosa stia dicendo. E poi, pochi secondi dopo, Toby si uccide e il caso sembra chiuso.

'The Pledge' potrebbe essere la migliore interpretazione di Nicholson. Qui non c'è nessuno dei segnali familiari delle sue esibizioni più popolari, niente del gusto della caratterizzazione, niente del sardonico rimorso. Vediamo un uomo solo, che invecchia, i cui tentativi di andare in pensione falliscono. Rimane sul caso. Dopo aver lasciato la forza, usa una mappa per triangolare tre scene del crimine in cui, per un periodo di anni, sono state uccise ragazze, tutte vestite di rosso. A un incrocio trova un piccolo negozio di campagna e una stazione di servizio con un appartamento al piano di sopra. Entra e fa il proprietario ( Harry Dean Stanton ), un'offerta troppo buona per essere rifiutata.

Se i tre crimini sono stati commessi dallo stesso uomo, quell'uomo deve passare qui. Da un amico della ragazza uccisa ha ottenuto il disegno di un uomo che ha conosciuto, un 'gigante', che le ha dato dei 'istrici' e ha guidato una grande macchina nera. Diventa intenso ogni volta che arriva un'auto nera. In una taverna locale, diventa amico di Lori, la cameriera ( Robin Wright Penn), e quando un giorno si presenta maltrattata, lui la accoglie. Lei e la sua giovane figlia possono vivere con lui. Senza obblighi.

Abbiamo paura di trarre una conclusione ovvia. Jerry userà la bambina come esca? Un bambino deve essere messo a rischio nella sua determinazione a vendicarne un altro? Sean Penn non lo sottolinea mai. In effetti, il suo film è così intimamente coinvolto con i dettagli quotidiani della vita che c'è un buon tratto quando non ci stiamo davvero concentrando in questi termini. Cadiamo nei ritmi della vita nel Nevada rurale, fuori Reno. Entriamo nella routine della nuova famiglia che si è formata. Jerry, che non ha mai avuto un figlio, si rivela un buon padre, leggendo storie della buonanotte, tenendo d'occhio la ragazza con cautela. Non informa mai Lori del caso di omicidio, ma usa il suo passato di poliziotto per spiegare la sua profonda preoccupazione per l'incolumità della ragazza.

Sean Penn si mostra in questo film come un regista sicuro con grande empatia per la performance. Popola il suo cast con grandi attori ( Elena Mirren , Vanessa Redgrave , Tom Noonan , Michael O'Keefe , Topolino Rourke , Lois Smith , Sam Shepard , Del Toro, Stanton, Clarkson, Eckhart). Che lui e Nicholson siano stati in grado di attrarre nomi simili per piccoli ruoli parla da sé. Ma Penn li usa per quello che sa su di loro, non per il loro valore nominale, e la presenza di attori con un peso reale dà importanza a ruoli che sono 'di supporto' ma non minori. Robin Wright, l'allora moglie di Penn, è perfetta come una lavoratrice stanca che cerca sicurezza e affetto per se stessa e suo figlio.

Penn e il suo direttore della fotografia, Chris Menges , riempi l'inquadratura con così tanti dettagli locali che il film non sembra insistere su un'agenda. Emerge dalla situazione. Una scena ambientata a una fiera dell'artigianato locale, ad esempio, coinvolge persone che conosciamo, altre che non conosciamo, e poi una scena che ci ricorda Hitchcock: un unico palloncino rosa, che fluttua libero sopra la folla. Una scena successiva, di un appostamento della polizia nel bosco, viene messa in scena e recitata con fredda precisione, anche se non riusciamo a credere a quello che stiamo vedendo.

Penn avvicina inesorabilmente l'attenzione al personaggio di Jerry Black. I bordi della cornice si stringono su di lui. Il film non parla di omicidio ma di necessità. Tutto ciò che ha visto e tutto ciò che ha fatto è stato guidato dal suo bisogno di dimostrare di essere ancora un buon detective. Ancora un uomo.

'The Pledge' è stato il terzo film di Penn come regista. ' Il corridore indiano '(1991) recitato David Morse e Viggo Mortensen come fratelli - uno un vice sceriffo, l'altro una testa calda tormentata. ' La guardia di passaggio ' (1995), interpretato da Nicholson come un uomo la cui figlia è stata uccisa da un guidatore ubriaco. Affronta la sua ex moglie ( Anjelica Huston ) e il suo nuovo marito giura che ora l'autista (David Morse) è uscito di prigione, lo troverà e lo ucciderà. Grida al nuovo marito di Mary: 'Da uomo a uomo - quando prende il giornale e legge che è morto - guarda il suo viso e vedi se non vedi orgoglio e sollievo. Orgoglio. E sollievo'. La motivazione di Freddy non è la vendetta, ma il bisogno di impressionare la sua ex moglie.

Questi tre film non riguardano realmente gli eventi nella trama. Riguardano la necessità di un personaggio centrale di perseverare di fronte al fallimento e persino alla follia per completare un compito che si è prefissato.

Consideriamo ora il quarto film di Penn, ' Nel selvaggio ' (2007), il film dell'anno dell'American Film Institute. Emile Hirsch ha dato una performance potente che ha evocato la nostra crescente paura. Ha interpretato un ventenne che si è ribellato ai suoi genitori e alla sua vita e ha iniziato a guidare verso ovest e nord fino a quando non è scomparso nelle terre selvagge dell'Alaska. Non cercava la morte. Voleva dimostrare che poteva vivere della terra e sopravvivere.

Anche questo film mostrava Penn che incorporava il suo protagonista in un cast di stelle in piccoli ruoli: Vince Vaughn , Caterina Keener , Hal Holbrook , Marcia Gay Harden , Guglielmo ferito , Jena Malone , Kristen Stewart . Questi non sono mai 'cameo', ma richiedono agli attori di fare del loro meglio in breve tempo.

Tutti questi film mostrano un uomo determinato a provare qualcosa, a qualunque costo. Non lo sta dimostrando agli altri. Lo sta dimostrando a se stesso. Penn ha scritto le sceneggiature per tutti tranne 'The Pledge'; per 'Into the Wild', ha iniziato con un libro di vita reale di Jon Krakauer . Cosa significa il tema per Penn? Non oserei dire. Non solo è bravo come qualsiasi attore vivente, è anche cresciuto costantemente come grande regista di attori. Uno dei motivi per cui 'The Pledge' è così importante è che ha chiesto al suo amico Jack Nicholson di seguirlo nella natura selvaggia, e hanno dimostrato qualcosa.

Raccomandato

Entrando negli spogliatoi: Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner in 'Everybody Wants Some!!'
Entrando negli spogliatoi: Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner in 'Everybody Wants Some!!'

Un'intervista con gli attori Tyler Hoechlin, Will Brittain e Blake Jenner, protagonisti di 'Everybody Wants Some!!'

Dissotterrare gli scheletri: John Carpenter in Lost Themes III e Scoring Halloween
Dissotterrare gli scheletri: John Carpenter in Lost Themes III e Scoring Halloween

Un'intervista a John Carpenter sul suo nuovo album di Lost Scores.

Il novizio
Il novizio

Il debutto cinematografico della scrittrice/regista/co-montatrice Lauren Hadaway è un'esperienza sensoriale intima e potente.

Grazia incredibile
Grazia incredibile

Amazing Grace sono due giorni di chiesa battista condensati in 90 minuti e iniettati direttamente nella tua anima.

Viveik Kalra su Accecato dalla luce, Alla scoperta di Bruce Springsteen, Cosa c'è dopo e altro
Viveik Kalra su Accecato dalla luce, Alla scoperta di Bruce Springsteen, Cosa c'è dopo e altro

Un'intervista con Viveik Kalra, che fa il suo debutto come attore nel film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.