Aprile e il mondo straordinario

Recensioni

Offerto da

Sembra un po' un cliché definire un film d'avventura animato una 'delizia', ​​ma è la parola migliore per l'ultimo di GKids, 'April and the Extraordinary World', un gioioso, film compiuto che riecheggia “La città dei bambini perduti”, “The Le avventure di Tintin', 'Metropolis', 'Il castello errante di Howl' e qualcosa del genere unico in un, beh, delizioso pezzo di lavoro. Tradotto in modo più diretto (e accurato) da Francese come 'Aprile e il mondo contorto', questo universo alternativo ambientato a Parigi avventura dai co-registi Christian Desmares e Franck Ekinci è così straordinariamente fluido che sembra quasi senza sforzo. È un film che valorizza l'intelligenza in un mondo sempre più spaventoso, e questo è un tema che funziona per qualsiasi generazione e in qualsiasi lingua. (Il film esce sottotitolato e doppiato in diversi mercati: per la cronaca, ho visto la versione sottotitolata con ottimo lavoro vocale di Marion Cotillard e Jean Rochefort ).

“April” si apre oltre un secolo fa, immaginando un'alternativa linea temporale che si dirama quando Napoleone III muore a causa di una scienza esperimento andato storto. Si scopre che Napoleone e la sua squadra stavano cercando di farlo sviluppare un siero che renderebbe i loro soldati invincibili. Risultato giocare a fare Dio negli animali parlanti, ma non nell'immortalità. Quando il laboratorio dello scienziato pazzo va boom, sembra che i suoi esperimenti siano andati con esso, ma un paio di le lucertole parlanti scappano, mettendo in moto solo un elemento che rimarrà per sempre alterare la storia.

La storia ripercorre decenni in un freddo e steampunk 1931 Parigi. Una giovane ragazza di nome April (voce di Marion Cotillard) guarda mentre i suoi genitori cercano di finire il il siero dell'invincibilità è iniziato tanti anni fa. Certo, il governo vuole per mettere le mani su questo strumento simile a un dio, portando a una scena di inseguimento che ne risulta ad aprile è rimasta orfana, il suo unico compagno è il suo gatto parlante Darwin. Veloce avanti di un altro decennio (e non è un caso che il grosso di questa storia sbarca in Europa nell'era della seconda guerra mondiale nella “nostra” timeline) e aprile ci sta provando per finire l'esperimento lei stessa da una tana segreta nella testa di una statua. L'ispettore di polizia che ha rintracciato i suoi genitori vuole trovarla, non l'ha mai ottenuta Il nonno di April ed è convinto che i genitori di April siano ancora vivi e, bene, ci sono altre sorprese in serbo per April e il suo felino parlante.

'Aprile e il mondo straordinario' è un film visivamente affascinante, persino accattivante, alternando dettagli incredibili, simili a pittori, e piacevolmente semplici linee disegnate a mano (come uno scarabocchio per un sopracciglio o un orecchio). La fusione degli scatti che sembrano essere arte incorniciata con linee che sembrano quasi incompiute richiama alla mente il lavoro di Sylvain Chomet , il regista di uno dei miei film d'animazione preferiti di questo decennio, 'The Illusionist', e Hergé, che ha creato 'Tintin'. Basato sulla graphic novel di Jacques Tardi , “Aprile e il mondo straordinario”. sia retrò che nuovo. Tematicamente e visivamente richiama alla mente seriale avventure di generazioni fa, ma lo fa con la propria voce moderna, giocando con temi senza tempo come la speranza che il futuro sia migliore di il presente e che i nostri genitori (e i nostri animali domestici) vivranno per sempre.

Cineasti e artisti hanno immaginato mondi in cui industria e sviluppo ci soffocano da oltre un secolo, ma “Aprile e il mondo straordinario” si ritaglia il proprio percorso all'interno di questo affollato sottogenere della narrativa immaginativa. Ha così tanti temi sottili e gioie nascoste che si collegherà con i genitori dei bambini che si stanno appena innamorando con l'azione di una storia ben raccontata. C'è stato un tempo in cui il concetto di 'inventore', qualcuno che hanno usato il loro potere cerebrale per rendere il mondo un posto migliore, è stato altrettanto affascinante bambini come giganteschi robot assassini. Intrecci “Aprile e il Mondo Straordinario”. questa idea - che è la nostra intelligenza che ci salverà - in un azione-avventura con più colpi di scena rispetto alla maggior parte dei blockbuster hollywoodiani. E un gatto parlante che ruba la scena. Per il pubblico giusto, ti fa sorridere, offrendoti costantemente novità sorprese all'ingresso e, scusa, c'è di nuovo quella parola, gioia.

Raccomandato

Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam
Fantasia 2018: L'uomo che uccise Hitler e poi The Bigfoot, Luz, Cam

Recensioni dal Fantasia International Film Festival di 'The Man Who Killed Hitler and Then The Bigfoot', il film horror sperimentale 'Luz' e il 'Black Mirror'-esque 'Cam'.

Cessate il fuoco
Cessate il fuoco

Questo è uno dei migliori film dell'anno.

Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey
Nessuno sano di mente parte per girare un film con 25 personaggi principali: Dietro le quinte del film di Downton Abbey

Un'intervista con la produttrice Liz Trubridge e gli attori Michelle Dockery e Laura Carmichael su Downton Abbey.

Uomini
Uomini

Qualunque sia la tua reazione all'ultima distorsione mentale meticolosamente realizzata dallo scrittore/regista Alex Garland, non sarà indifferenza.