Alieno

Recensioni

Una scoperta su un pianeta alieno in 'Alien'.
Offerto da

  Grande film Al suo livello più fondamentale, 'Alien' è un film su cose che possono saltare fuori dall'oscurità e ucciderti. Condivide una parentela con lo squalo in ' Mascelle ,'Michael Myers in' Halloween ,' e ragni, serpenti, tarantole e stalker assortiti. La sua influenza più evidente è 'The Thing' (1951) di Howard Hawks, che parlava anche di una squadra in un avamposto isolato che scopre un alieno dormiente da tempo, lo porta dentro, e vengono eliminati uno per uno mentre infesta i corridoi Guarda quel film e vedi 'Alien' in embrione.

In un altro modo, Ridley Scott Il film del 1979 è un grande originale. Si basa sulla seminale inquadratura di apertura di ' Guerre stellari (1977), con la sua vasta nave in uno spazio interstellare solitario, e aggira l'opera spaziale di Lucas per raccontare una storia nel genere della tradizionale fantascienza 'dura'; con i suoi membri dell'equipaggio dalla parlantina dura e le loro motivazioni mercenarie, la storia sarebbe hanno trovato casa da John W. Campbell's Fantascienza sbalorditiva durante il suo periodo di dadi e bulloni negli anni '40. Campbell amava le storie in cui ingegneri e scienziati, non fantini spaziali e blaster con pistole a raggi, si occupavano dello spazio esterno in modo logico.

Sicuramente il personaggio di Ripley, interpretato da Sigourney Weaver , avrebbe attirato i lettori nell'età d'oro della fantascienza. Ha scarso interesse nella storia d'amore di trovare l'alieno, e ancor meno negli ordini del suo datore di lavoro di riportarlo a casa come potenziale arma. Dopo aver visto cosa può fare, la sua risposta a 'Special Order 24' ('Restituire la forma di vita aliena, tutte le altre priorità annullate') è concisa: 'Come lo uccidiamo?' Il suo odio implacabile per l'alieno è il filo conduttore che attraversa tutti e tre i sequel di 'Alien', che sono gradualmente diminuiti in termini di qualità ma hanno mantenuto la loro motivante ossessione.

Uno dei grandi punti di forza di 'Alien' è il suo ritmo. Ci vuole il suo tempo. Aspetta. Permette silenzi (le maestose inquadrature iniziali sono sottolineate da Jerry Goldsmith con chiacchiericci metallici appena udibili e lontani). Suggerisce l'enormità della scoperta dell'equipaggio basandosi su di essa con piccoli passi: l'intercettazione di un segnale (è un avvertimento o un SOS?). La discesa sulla superficie extraterrestre. Le lamentele di Brett e Parker, che si preoccupano solo di riscuotere le loro quote. Il colpo da maestro dell'oscurità superficiale attraverso cui si muovono i membri dell'equipaggio, le luci dell'elmetto che penetrano a malapena nella zuppa. Il profilo oscuro della nave aliena. La vista del pilota alieno, congelato sulla sua sedia di comando. L'enormità della scoperta all'interno della nave ('È piena di... uova coriacee...').

Una versione recente di questa storia sarebbe precipitata verso la parte in cui l'alieno salta sui membri dell'equipaggio. I film slasher di oggi, nel genere fantascientifico e altrove, sono tutti guadagni e nessun accumulo. Si consideri il miserabile remake del 'Massacro della motosega in Texas', che inganna il pubblico su una spiegazione, un'introduzione della famiglia delle motoseghe e persino un finale appropriato. Non è il taglio che ci piace. È l'attesa del taglio.

Hitchcock lo sapeva, con il suo famoso esempio di bomba sotto un tavolo. (Si spegne -- questa è azione. Non si spegne -- questa è suspense.) M. Night Shyamalan's ' Segni ' lo sapeva, e non si preoccupava affatto dei suoi alieni. E le scene migliori de 'La Cosa' di Hawks riguardano i corridoi vuoti della stazione antartica dove la Cosa potrebbe essere in agguato.

'Alien' utilizza un dispositivo complicato per mantenere l'alieno fresco per tutto il film: fa evolvere la natura e l'aspetto della creatura, quindi non sappiamo mai che aspetto abbia o cosa possa fare. Partiamo dal presupposto che all'inizio le uova produrranno un umanoide, perché questa è la forma del pilota pietrificato sulla nave aliena perduta da tempo. Ma ovviamente non sappiamo nemmeno se il pilota è della stessa razza del suo carico di uova coriacee. Forse li considera anche come un'arma. La prima volta che osserviamo bene l'alieno, mentre scoppia dal petto del povero Kane ( Giovanni Ferito ). Ha una forma inconfondibilmente fallica e il critico Tim Dirks menziona la sua 'bocca vaginale aperta e gocciolante'.

Sì, ma in seguito, come lo intravediamo durante una serie di attacchi, non assume più questa forma, ma sembra ottopode, rettiliano o aracnoide. E poi stappa un altro segreto; il fluido che gocciola dal suo corpo è un 'solvente universale' e c'è una sequenza sia spaventosa che deliziosa mentre si fa strada attraverso un ponte dopo l'altro della nave. Come i sequel (' Alieni ,' 'Alieno 3,' ' Resurrezione aliena ') renderà fin troppo chiaro che l'alieno è in grado di essere praticamente qualsiasi mostro richiesto dalla storia. Poiché non rispetta alcuna regola di apparenza o comportamento, diventa una minaccia amorfa, che perseguita la nave con lo spettro di il male mutaforma Ash ( Ian Holm ), il funzionario scientifico, lo definisce un 'organismo perfetto. La sua perfezione strutturale è eguagliata solo dalla sua ostilità' e ammette: 'Ammiro la sua purezza, il suo senso di sopravvivenza; non offuscato da coscienza, rimorsi o delusioni morali'.

Sigourney Weaver, la cui carriera sarebbe stata legata per anni a questa strana creatura, è ovviamente l'unico sopravvissuto di questo equipaggio originale, ad eccezione del... gatto. I produttori devono aver sperato in un sequel e, uccidendo tutti tranne una donna, hanno scelto una protagonista femminile per la loro serie.

Variety notò alcuni anni dopo che la Weaver rimase l'unica attrice in grado di 'aprire' un film d'azione, ed era un tributo alla sua versatilità il fatto che potesse interpretare la dura, competente e spietata Ripley e poi tornare indietro per tanti altri tipi di ruoli. Uno dei motivi per cui lavora così bene nel ruolo è che sembra intelligente; 'Alien' del 1979 è un film molto più cerebrale dei suoi sequel, con i personaggi (e il pubblico) sinceramente coinvolti nella curiosità per questa forma di vita più strana.

Una particolarità del resto degli attori è che nessuno di loro era particolarmente giovane. Tom Skerrit , il capitano aveva 46 anni, Hurt ne aveva 39 ma sembrava più vecchio, Holm ne aveva 48, Harry Dean Stanton aveva 53 anni, Yaphet Kotto aveva 42 anni, e solo Veronica Cartwright a 29 anni e Weaver a 30 erano nella fascia di età del solito cast di thriller. Molti film d'azione recenti hanno attori improbabilmente giovani scelti come ruoli chiave o aiutanti, ma inclinando i vecchi, 'Alien' raggiunge una certa consistenza senza nemmeno farne un punto: questi non sono avventurieri ma lavoratori, assunti da un'azienda per restituire 20 milioni tonnellate di minerale sulla Terra (l'enorme dimensione della nave è indicata in una scena eliminata, inclusa nel DVD, che impiega quasi un minuto solo per mostrarla mentre passa).

La sceneggiatura di Dan O'Bannon , basato su una storia con cui ha scritto Ronald Shusett , consente a questi personaggi di parlare con voci distintive. Brett e Parker (Kotto e Stanton), che lavorano in sala macchine, si lamentano dei ritardi e si preoccupano del taglio dei profitti. Ma ascolta Ash: 'Lo sto ancora raccogliendo, in realtà, ma ho confermato che ha uno strato esterno di polisaccaridi proteici. Ha la strana abitudine di liberarsi delle sue cellule e sostituirle con silicio polarizzato che gli conferisce una resistenza prolungata a condizioni ambientali avverse”. E poi c'è il modo diretto di Ripley di arrivare alla linea di fondo.

Il risultato è un film che ci assorbe in una missione prima di coinvolgerci in un'avventura, e che coinvolge costantemente l'alieno con curiosità e logica, invece di semplicemente sparargli contro. Confronta questo film con un'opera spaziale degli ultimi giorni come ' Armaghedon ,' con la sua ripresa media di pochi secondi e il suo dialogo ridotto a concise affermazioni che telegrafano la trama. Gran parte del merito di 'Alien' deve andare al regista Ridley Scott, che aveva girato solo un film importante prima di questo, il cerebrale, elegante 'The Duelists' (1977). Il suo prossimo film sarebbe un altro film epico di fantascienza intelligente e visionario, ' Blade Runner '(1982).

Sebbene la sua carriera abbia incluso alcuni clinker inspiegabili (' Qualcuno a vegliare su di me ,') ha incluso anche 'Thelma & Louise,' ' GI Giovanna ,' ' Gladiatore ' (non amato da me, ma non dal pubblico), ' Black Hawk giù ' e ' Fiammifero uomini .' Sono progetti allo stesso tempo commerciali e intelligenti, realizzati da un regista che vuole attirare un vasto pubblico ma non si preoccupa di insultarlo.

'Alien' è stato definito il più influente dei film d'azione moderni, e così è, sebbene anche 'Halloween' appartenga alla lista. Sfortunatamente, i film che ha influenzato ne hanno studiato le emozioni ma non il pensiero. Ora siamo scesi in una palude di Gotcha! film in cui vari esseri orribili si lanciano su una serie di vittime, di solito adolescenti. L'ultima estensione del genere è il film Geek, illustrato dal remake di 'Texas Chainsaw Massacre', che essenzialmente pone il pubblico alla prova di un vecchio spettacolo da fanatici del carnevale: ora che hai pagato i tuoi soldi, puoi tieni gli occhi aperti mentre ti disgustiamo? Anche alcuni film di fantascienza più ambiziosi e seri hanno seguito le orme di 'Alien', in particolare il ben fatto 'Aliens' (1986) e ' Città oscura ' (1998). Ma l'originale vibra ancora con un'intensità oscura e spaventosa.

Raccomandato

Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar
Ebert recensisce i vincitori dell'Oscar

Uno sguardo ai film, ai registi e alle performance tra i vincitori dell'Oscar 2007:

Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce
Gurinder Chadha, Sarfraz Manzoor, Viveik Kalra e Aaron Phagura nel loro film ispirato a Bruce Springsteen, Accecato dalla luce

Un'intervista con i narratori e gli attori dietro il film ispirato a Bruce Springsteen, Blinded by the Light.

SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate
SOLUZIONI: Chicago Teens ha posti dove andare quest'estate

Una ristampa di un editoriale nel numero del 25 maggio 2022 del Chicago Sun-Times, di After School Matters che lavora in collaborazione con Boys & Girls Club di Chicago e Union League Boys & Club delle ragazze.

TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital
TIFF 2019: La storia personale di David Copperfield, Sound of Metal, Human Capital

Considerazioni su tre film del TIFF, tra cui l'ultimo di Armando Iannucci.

Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'
Video Intervista: Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'

Una video intervista con Katherine Waterston, Michael Fassbender e Ridley Scott su 'Alien: Covenant'.

Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta
Gioiosamente strano e senza paura: Stephanie Hsu su Tutto ovunque tutto in una volta

Un'intervista con Stephanie Hsu, la star di successo di Everything Everywhere All At Once di Daniels.